ALLE 20.45 AL BENTEGODI

Verona in campo. La Salernitana c’è. Igor Tudor non cambia. Spostamenti degli spettatori, per evitare assembramenti in curva

Campani in città dalla tarda mattinata, basta rinvii, stasera si gioca
Simeone  ha giocato per Caprari e la squadra a La Spezia. Tornerà a segnare contro la squadra granata?
Simeone ha giocato per Caprari e la squadra a La Spezia. Tornerà a segnare contro la squadra granata?
Simeone  ha giocato per Caprari e la squadra a La Spezia. Tornerà a segnare contro la squadra granata?
Simeone ha giocato per Caprari e la squadra a La Spezia. Tornerà a segnare contro la squadra granata?

Si gioca! La Salernitana è partita questa mattina con un volo Charter e sarà in città attorno a mezzogiorno. La Lega di serie A, ha trovato un accordo. Basta rinvii. L’Hellas è sempre stato più o meno allineato ed ora ha nel mirino un’altra gara fondamentale per avvicinarsi notevolmente all’obiettivo salvezza.

Leggi anche
Stefano Colantuono è in emergenza. Ribery e Simy marcano visita? Sono otto i calciatori della rosa granata colpiti dal coronavirus

Poco tempo Formazione che vince, non si cambia. Vien proprio da pescare nel cesto dei luoghi comuni del calcio, vista la grave situazione generata dal numero elevato di positivi. Tudor costretto a schierare più o meno lo stesso undici del «Picco». Se anche si fosse positivizzato qualcuno, difficilmente l’allenatore croato deciderebbe di mandarlo in campo. E ciò non toglie il grande lavoro fatto dai sanitari gialloblù Riccardo Del Vescovo ed Eugenio Vecchini, insieme al loro staff. Troppo poco il tempo a disposizione per riprendere gli allenamenti. L’arrivo dal Trento di Chiesa, ex portiere della Primavera gialloblù, fa pensare, ad esempio che Montipò non sarà ancora della partita. Fuori con lui pure Berardi. Difficile sapere se Faraoni potrà andare in panchina. Una cosa è certa. Il gruppo che ha vinto a La Spezia sta bene. E quei ragazzi scenderanno in campo contro la Salernitana. Tra i pali verrà riconfermato Pandur, tra i più positivi, nel senso bello del termine, contro gli aquilotti di Thiago Motta. La cerniera difensiva saràò formata da Casale, Gunter e Ceccherini. A centrocampo Ilic e Veloso mediani con Lazovic e Tameze esterni.

Formazione che vince, non si cambia  Con la Salernitana lo stesso undici?
Formazione che vince, non si cambia Con la Salernitana lo stesso undici?

 

L’Angelo biondo Dovrebbe partire dalla panchina, come giovedì scorso, Antonin Barak. L’infortunio alla schiena non è stato uno scherzo. Tudor non vuole rischiarlo e cerca di far recuperare al ceco la condizione in maniera morbida. Ecco che allora ci sarà ancora Lasagna con Caprari e Simeone nel tridente offensivo. Kalinic è qualcosa in più di una semplice alternativa e senza dubbio avrà modo di subentrare. Tra l’altro «Kale» realizzò una bella doppietta all’Arechi nel match di andata.

 

El Cholito In pausa C’è poco da fare, Giovanni Simeone ha abituato bene tutto l’ambiente gialloblù. Non vederlo in gol dallo scorso 12 dicembre, un po’ sorprende. In fin dei conti sono solo tre partite che l’attaccante argentino non va a segno ma come detto la colpa è un po’ sua. Troppa grazia nel girone d’andata e molti sono i club che hanno già bussato alla porta del Verona.

 

Cambio settore In considerazione del limite alla capienza, fissato al 50%. Questa sera i tifosi eccedenti, dotati di abbonamento di curva sud, saranno dirottati in Tribuna Superiore Est. Quelli delle poltrone, del medesimo settore, saranno fatti accomodare nelle poltronissime. Il club raccomanda di arrivare con anticipo allo stadio Bentegodi. Tifosi in subbuglio per quanto riguarda la prossima gara con il Sassuolo. Chiaramente i veronesi non potranno seguire la squadra, come del resto i supporter del Bologna nella gara che si giocherà al Bentegodi il prossimo 21 gennaio.Intanto però c’è la Salernitana da affrontare.

Leggi anche
Gara inedita al Bentegodi. Sarà la prima volta in serie A

Sbaglia chi pensa sia agevole, come nel campionato 1950/’51. In quell’occasione ma in serie B, i gialloblù vinsero con il punteggio tennistico di 6 a 1. L’elegante Gigi Caldana, per niente a lungo icona della Casa del Vestito in via Mazzini, segnò una tripletta. Le altre reti furono di Pozzan(2),Forlani e del campano Giorgetti.

Gianluca Tavellin