Una stagione da record con 23 Gp

Grande attesa per la Ferrari
Grande attesa per la Ferrari

La Formula 1 riparte dal Bahrain il 28 marzo. La Fia ha ufficializzato tappe e date del nuovo mondiale, mettendo mano a una rivisitazione del calendario 2021 alla luce della pandemia che continua a non dare certezze in tutto il mondo. Diverse le novità: anzitutto non si comincia, come da tradizione dal gp d’Australia, rinviato invece a fine novembre; la stagione è articolata in ben 23 gran premi, quindi la più lunga della storia; inoltre i bolidi torneranno a Imola per il gran premio dell’Emilia Romagna, prima tappa europea dopo l’esordio in Bahrain. Resta da definire la data del gp di Cina, inizialmente previsto per il 2 maggio, ma destinato a slittare a dopo l’estate. Per il momento invece non c’è traccia di possibili novità sulla presenza del pubblico in tribuna, le corse perciò continueranno a svolgersi come nel 2020 a porte chiuse, anche se la Fia in una nota ha auspicato che presto tifosi e appassionati possano tornare nelle tribune della F1. IL CALENDARIO. Si parte dal Bahrain il 28 marzo, il 18 aprile a Imola, poi il 9 maggio in Spagna, il 23 a Montecarlo, il 6 giugno a Baku, il 13 in Canada, il 27 in Francia. A Luglio si correrà il 4 e il 18 in Austria e Gb, l’1 agosto in Ungheria, il 29 in Belgio, il 5 settembre in Olanda, il 12 a Monza, il 26 in Russia. Il 3 ottobre a Singapore, il 10 in Giappone, il 17 negli Usa, il 31 in Messico. Il 7 novembre in Brasile, il 21 in Australia, il 5 dicembre in Arabia, il 12 a Abu Dhabi. Da definire la data del gp di Cina.

# Sposta il focus sul parent