La gara

Tzimbar Race, a Erbezzo trecento runner

Premiazioni: De Berti, Federica Schio, a sx Ulrich Dorte a dx Maura Tasin
Premiazioni: De Berti, Federica Schio, a sx Ulrich Dorte a dx Maura Tasin
Premiazioni: De Berti, Federica Schio, a sx Ulrich Dorte a dx Maura Tasin
Premiazioni: De Berti, Federica Schio, a sx Ulrich Dorte a dx Maura Tasin

Trecento runner e oltre cinquanta ragazzi. Sono il popolo che ha animato Erbezzo nella Tzimbar Race, evento agonistico o ludico all'interno della Alta Lessinia Outdays, il collaborazione con l'amministrazione locale.

Agonisti – Tre i trail dedicati ai runner. La Tzimbar Race 36 (1650 mt. D+) tra il Parco Naturale Regionale della Lessinia e poi giù nel Vajo dell'Anguilla è stata vinta da Giulio Piana (3:19:43), secondo Stefano Zambelli a 11:54 di distacco e terzo Marco Bellini a 15 minuti e 50. Al femminile sul gradino più alto Federica Schio (3:57:59), davanti a Ulrich Jensen Dorte (a 6'24”) e Maura Tasin (a 18'23). La Tzimbar Race 15, 650 di dislivello e un tracciato nuovissimo, è stato vinto da Mirco Consolaro davanti a Daniel Vinco e Mirko Zancarli; Sofia Toniolo si è lasciata alle spalle Elisa Presa e Cinzia Martini. La Tzimbar Race Original: 7 km con 4 prove cimbre che rispolverano i lavori rurali di montagna.

Hanno trionfato Silvia Castelli (che aveva anche corso la Tzimbar Race 15, seguita da Milena Ederle e Giulia Antonioli; nella maschile Taddeo Bertoldini davanti a Mirco Marcolini e Andrea Tironi. A tutti la medaglia di legno incisa a fuoco da un fabbro della zona, consegnata dal vice presidente della regione Veneto Elisa De Berti. Gagliardia - Per la Original non è mancato neanche quest’anno chi ha preso la corsa indossando il kilt e ha affrontato le quattro prove (far rotolare balle di fieno da 400kg, portare secchi di acqua con la derla, trasportare legna con la sgroja tagliare la legna dai tronchi) con entusiasmo e amicizia. Baby Tzimbar Race - Versione in miniatura dell’Original: 1km di corsa e 4 prove cimbre, calibrate sui bambini dai 7 agli 11 anni. Tanto entusiasmo fra i giovani atleti. Da apripista e scope hanno fatto il loro debutto le espeed bike, mezzi a 2 ruote 100% elettrici con cui è nata una bellissima collaborazione a tutela del Parco Naturale Regionale della Lessinia.

Anna Perlini