Contro l'Urania

Tezenis in trasferta a Milano, Diana suona la carica

Andrea Diana
Andrea Diana

Rinviata la sfida con Orzinuovi a mercoledì 24 marzo (era in calendario il 17 febbraio), la Tezenis affronta oggi l'Urania Milano, a quasi un anno da quel 15 febbraio quando dopo poco il Covid -19 mise in lockdown anche lo sport.

 

All'ombra della Madonnina si ritrovano le due squadre, Verona con le sue defezioni (Rosselli, Caroti e Pini), l'Urania con quattro giocatori riconfermati dalla passata stagione, Raivio, Montano, Benevelli e Piunti. Per il giovane ed emergente tecnico brianzolo Davide Villa, conduttore nella promozione milanese di tre stagioni fa, la partita è «molto difficile da interpretare, la classifica di Verona non comunica realmente il valore della Tezenis. Roster profondo e ricco di talento, starting five fortissimo: Tomassini, Severini forse il migliore tiratore del torneo, stranieri di esperienza straordinaria come Greene e Jones ed in mezzo un italiano in continua crescita come Candussi. Ha dimostrato di avere anche minuti importanti anche dalla panchina, con Colussi e Guglielmi.  Ritroveremo Janelidze, che si è allenato con noi durante il precampionato, e di cui sappiamo ottime qualità e caratteristiche. Servirà maggiore concentrazione difensiva su alcune situazioni, su cui abbiamo lavorato in questi ultimi giorni».

 

Match in programma alle 18, la Tezenis che rincorre il terzo successo di fila, punta ad agganciare Milano, una vittoria in più nelle otto gare. Dice il tecnico gialloblù Andrea Diana: «Torniamo in campo a distanza di tre giorni dall’importante vittoria contro Trapani e affrontiamo Milano in fiducia forte del risultato positivo contro Torino. È una squadra dotata di un alto potenziale offensivo, con diversi giocatori abili a crearsi vantaggi da situazioni di uno contro uno. La maggior parte dei possessi offensivi passano dalle mani dei tre esterni Bossi, Montano e Raivio abili nel creare gioco. L’altro giocatore di riferimento è Langston, lungo con spiccate qualità nel correre il campo. Noi vogliamo confermare le buone prestazioni fatte con Bergamo e Trapani, consapevoli che per fare risultato a Milano avremo bisogno di una partita più solida, soprattutto a livello difensivo». Per la trasferta di Milano, come per la gara interna contro Trapani, saranno aggregati alla prima squadra i giovani veronesi Leonardo Beghini e Tommaso Tondini. 

Anna Perlini
# Sposta il focus sul parent