Il «sarto» Smith ha firmato La squadra è completata

Taylor Smith l’americano del Texas nuovo pivot della Tezenis
Taylor Smith l’americano del Texas nuovo pivot della Tezenis
Taylor Smith l’americano del Texas nuovo pivot della Tezenis
Taylor Smith l’americano del Texas nuovo pivot della Tezenis

La campagna acquisti della Tezenis Scaligera Basket è conclusa. Ha preso il via quando le avversarie già comunicavano fior di giocatori mentre il gm Alessandro Frosini suggeriva calma, che il tempo sarebbe stato amico. Ora può annunciare: squadra fatta; anche Taylor Smith ha messo la firma, la formula del 5+5 (stranieri) è completata. Il roster Alessandro Cappelletti, Matteo Imbrò, Davide Casarin, Liam Udom, Francesco Candussi, Guido Rosselli, Alessandro Ferrari gli italiani (possono essere un numero superiore a 5), e poi Karvel Anderson, Xavier Johnson, Wayne Selden Jr, Aric Holman, e da ieri il «sarto» Taylor Smith, centro classe ’91, che di Anderson è stato compagno nel club francese del Gravelines. Il sarto per ogni taglia della Tezenis, che ci sia da ingrossare l'area, o asciugare il quintetto in base alla piega che prende la partita. «Dovevamo trovare gli incastri giusti e un buon livello di versatilità. Smith ci darà quello di cui avevamo bisogno», è la premessa di coach Alessandro Ramagli. Giocatore di squadra, difensore versatile sia contro avversari rapidi o grossi, in attacco si applica per la squadra. Per esperienza, è una garanzia. Sottolinea il coach: «Aver giocato almeno due anni nella stessa squadra, Rodi, Ravenna, Gravelines, Mornar Bar, testimonia che dietro al giocatore ci sono qualità umane che vengono ricompensate». Nella città che custodisce le spoglie di Dante Alighieri, Smith ha sentito parlare di Verona. «A Ravenna ho conosciuto la storia cestistica e la bellezza della vostra città», ma nel descrivere la Tezenis e la metodologia di gioco e di allenamento di coach Ramagli, si è speso anche Anderson: «Ho parlato con Karvel, e sono felice di accettare la proposta della società, onorato di scendere in campo ogni giorno, in allenamento ed in partita, per rappresentare Verona». Chi è Taylor Smith Nato a Schertz (Texas), con i suoi 199 cm. al college si è diviso fra il McLennan College al Stephen F. Austin Lumberjack. Dell'Europa sceglie per prima la Grecia e il Kolossos H Hotel (2013 e 2014) con quasi 10 punti di media. Settantasei le presenze a Ravenna per 14 punti di media, migliorando a rimbalzo, da 8 a 9.6. In Francia dopo i due anni nel Gravelines si sposta a Nanterre (29 presenze, 186 punti totali e 112 rimbalzi) con esordio in Eurocup (9 punti e 5.4 rimbalzi di media); nelle due ultime stagioni è stato al Mornar Bar (9.4 e 8.2 punti di media, arricchiti da 5 e 8 rimbalzi e con una percentuale realizzativa da 2 punti vicina al 70%), 16 presenze in Eurocup (8.8 punti di media). La nuova Tezenis Eugenio Agostinelli, neo-ds che ha condotto le trattative con Alessandro Frosini cercando di soddisfare le richieste del tecnico, può ora riposare dopo una lunga campagna acquisti. La nuova Tezenis ha «la solidità e l'esperienza di Taylor Smith, giocatore dal grande impatto in grado di difendere su più ruoli, bravo a proteggere il ferro nonostante le sue dimensioni non convenzionali per il ruolo. È banale affermare che si guarda prima l'uomo poi il giocatore, ma in questo caso siamo certi che l'esperienza e la leadership di Taylor saranno utili tanto in campo quanto nello spogliatoio».•.

Anna Perlini