LA TRASFERTA

L’Audace risolleva il morale al Milan

Le due formazioni a Milanello
Le due formazioni a Milanello
Le due formazioni a Milanello
Le due formazioni a Milanello

Nella casa di quel Diavolo, il Milan. È nella sua verde oasi di Milanello, che i ragazzi dell’Audace, campionato di Promozione, hanno affrontato la squadra rossonera, delusa dopo il ko con l’Inter in Coppa Italia. Sì arrabbiata, ma ospitale e cordiale nel ricevere l’Audace, concederle questa eccezionale sfida.

 

È stata una trasferta speciale quella dell’Audace San Michele a Milano, voluta dal suo presidente, Roberto Purgato, e resa possibile grazie all’amicizia che lo lega ad Andrea Romeo, ex arbitro veronese ora nei quadri dirigenziali rossoneri. «Questo incontro, che per noi è stata una festa», ha affermato Purgato, «è il primo di una serie di eventi per i nostri 100 anni di calcio, un regalo che ho riservato ai ragazzi della nostra prima squadra, alla dirigenza e a mio figlio Mattia, che gioca nei nostri Esordienti». E aggiunge: «Che bello averlo visto accanto a Leao e Giroud per una foto ricordo. Credo che la notte prima abbia dormito poco». E con l’arrivo a Milanello di Paolo Maldini la festa ha raggiunto il top. Tutti a stringergli la mano, con i cellulari impazziti per fermare in un’immagine la sua simpatia e umanità. Il presidente gli ha ricordato di quel legame, e che poi si è interrotto, in cui alcuni ragazzi dall’Audace finivano al Milan. Il risultato finale è stato di 9 a 0, tripletta di Lazetic, doppietta di Messias e gol di Romagnoli, Robotti, Saelemaekers e Ballo-Touré.

Renzo Cappelletti