Edizione 104

Il giro è partito da Torino. Nel Veronese due tappe... e mezzo

La Mole Antonelliana a Torino
La Mole Antonelliana a Torino
La Mole Antonelliana a Torino
La Mole Antonelliana a Torino

Parte oggi con una crono da Torino il 104esimo Giro d'Italia: 762 chilometri, 11.400 metri di dislivello saranno a Nordest. Verona, Cittadella, Castelfranco Veneto, Grado, Gorizia e Cortina, sulle salite epiche che hanno fatto la storia del ciclismo.

Le frazioni venete sono la Ravenna-Verona (venerdì 21 maggio), Cittadella-Monte Zoncolan (sabato 22), Grado-Gorizia (domenica 23) e Sacile-Cortina d’Ampezzo (lunedì 24).

Ma per il Veronese di massima attenzione altre due tappe: mercoledì 26 c'è la salita della mitica Sdruzzinà che arriva a Sega di Ala, in territorio trentino ma molto conosciuta dai veronesi: la corsa si fermerà qualche chilometri prima di Passo Fittanze

Giovedì 27 invece c'è la Rovereto-Stradella che transiterà da Peri, Dolcè, Domegliara, Peschiera e Lazise.

Riccardo Verzè

Cliccando sul tasto “Abbonati” potrai sottoscrivere un abbonamento a L'Arena e navigare sul sito senza accettare i cookie di profilazione.

Se preferisci invece continuare ad avere accesso gratuito a parte dei contenuti del sito, sostenendo comunque il lavoro dei giornalisti, tecnici e grafici de L'Arena, accetta i cookie di profilazione cliccando "Accetta e continua": ti verranno mostrati annunci pubblicitari in linea con i tuoi interessi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy.

Abbonati