With U vince la battaglia Marchetti incontenibile

Gianluca Righetti
Gianluca Righetti

Una dura battaglia, pochissimi punti e vittoria all’ultimo secondo raggiunta con la forza mentale e le energie ridotte a zero. Perché sono ancora tanti gli errori banali figli di uno stato di forma fisica tutto da recuperare, che non facilitano la costruzione del gioco e tolgono lucidità all'organizzazione di squadra. Nonostante tutte le difficoltà la Cestistica raccoglie la sua seconda partita stagionale al termine di una gara equilibratissima da subito, che i veneziani tentano di portare a casa pressando forte a tutto campo senza la paura di sprecare fiato al loro debutto. TOP MARCHETTI. Dalla regia di Marchetti, preciso nelle scelte, se segnare o servire i compagni protagonista di conclusione impossibili che ne confermano la qualità da categoria superiore, dalle intuizioni di Basso e dai centimetri di Bertocchi capace di segnare e subire fallo, insieme all'impegno difensivo di tutti, la WithU ha avuto qualcosa in più da mettere in campo. PUNTO A PUNTO. Divari minimi fra le due squadre, Jesolo tenta la fuga sul 29-34 (massimo gap) ma la Cestistica c'è e fino in fondo è un batti e ribatti costante. Di Bertocchi il 60-57 alla scadere del possesso a 29” ancora da giocare, poi 61-57 a -13”, dalla lunga Jesolo lima al minimo divario, e a -5” in contropiede opta per il canestro della vittoria invece che pareggiare da sotto; scelta che ipotizza che con poco più di un mese di allenamento manca ancora la lucidità. La WithU evita così il possibile aggancio e i supplementari, come a Bassano. BATTAGLIA VINTA. Conferma coach Dacio Bianchi: «Abbiamo vinto un'altra dura battaglia giocando con pochissima qualità e ancora tanta confusione. Bene per il carattere e per i due punti, ma c'è tanto lavoro da fare per recuperare smalto; è stata evidente la lunga inattività e nella settimana di preparazione alla partita siamo sempre stati contati. Contro lo Jesolo due giocatori hanno dovuto stringere i denti per garantire il loro contributo. Una partita vinta con merito». PAUSA. La WithU ha ora a disposizione quindici giorni per rimettersi a pieno regime: nel prossimo week end è a riposo, poi sarà di scena a Oderzo per concludere il girone di andata al Coni ospite il Bolzano il 1 aprile. Il buon impatto avuto sul torneo aiuta a sorridere.

Anna Perlini

Suggerimenti