Verona, debutto da incubo Il Sassuolo ne fa quattro

Una mischia nell’area dell’HellasVeronaWomen, sconfitto pesantemente dal Sassuolo FOTOEXPRESS
Una mischia nell’area dell’HellasVeronaWomen, sconfitto pesantemente dal Sassuolo FOTOEXPRESS
Una mischia nell’area dell’HellasVeronaWomen, sconfitto pesantemente dal Sassuolo FOTOEXPRESS
Una mischia nell’area dell’HellasVeronaWomen, sconfitto pesantemente dal Sassuolo FOTOEXPRESS

Nella prima gara casalinga della stagione l’Hellas viene battuto 4 a 0 dal Sassuolo. In un Sinergy Stadium con gli spalti finalmente riempiti dai tifosi, le veronesi ce la mettono tutta, ma soccombono alle emiliane, che dopo il terzo posto dello scorso anno hanno intenzione di recitare un ruolo da protagoniste anche in questo campionato. Le scaligere partono forte con Caterina Ambrosi che tenta subito di pungere con un colpo di testa, sugli sviluppi di un angolo di Federica Anghileri, ma la palla termina sopra la traversa. Sull’altro fronte risponde il Sassuolo con l’ex Sofia Cantore che sola in area davanti a Gritti calcia a lato. La gara procede equilibrata con entrambe le compagini sempre più determinate. Al 27’ sono le neroverdi ad avere la meglio e a portarsi in vantaggio con la neo arrivata e talentuosa scozzese Lana Clelland che di destro insacca alle spalle di Gritti. Le veronesi cercano subito la reazione e si portano avanti, ma la punizione di Lotti da posizione defilata viene fermata da Lemey. Le ragazze di Matteo Pachera insistono con il calcio dalla bandierina di Jelencic che finisce di poco a lato. Nonostante il buon gioco delle gialloblù è ancora il Sassuolo a passare al 38’ con la solita Clelland che approfitta di una mischia per depositare il pallone nell’angolino basso. Poco dopo Sofia Cantore cerca la terza rete con una fucilata dal limite che termina a lato. Prima del riposo le veronesi si rendono pericolosissime con un’azione corale avviata da Veronica Pasini, la difesa ospite riesce tuttavia a proteggersi in extremis. In avvio di ripresa Clelland vorrebbe fare tris, ma viene placcata dalla difesa scaligera. Al 18’ Cantore vola sulla fascia e si inserisce pericolosamente in area, Gritti si accartoccia sulla palla e riesce a difendere la porta grazie anche all’aiuto di De Sanctis. L’undici di Gianpiero Piovani ci prova ancora con la calciatrice ceca Kamila Dubcova che si presenta davanti alla porta e tira, ma la numero uno di casa para. Gritti non riesce tuttavia a fermare Sofia Cantore al 25’: la numero undici neroverde scavalca la portiera scaligera e piazza la palla nella porta sguarnita. Poco dopo Brignoli calcia di poco a lato da buona posizione. Il Sassuolo ha ormai la vittoria in tasca, ma l’Hellas non molla e continua a giocare con grinta e determinazione, tant’è che nel recupero Rognoni dalla lunga distanza colpisce la traversa. Prima del triplice fischio finale è tuttavia ancora il Sassuolo a segnare con la neo entrata Ferrato. Ora ad attendere le veronesi c’è la mission impossible sul campo delle campionesse della Juventus, domenica alle 17.30 allo Juventus Training Center di Vinovo.•.

Ludovica Purgato

Suggerimenti