<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Contraltare agli scontri tra Ultrà

Studenti del Sanmicheli ambasciatori di valori con uno striscione al Bentegodi

Con lo slogan «Con la gentilezza nel cuore non esiste colore», i ragazzi hanno occupato gli spalti della Curva Est Family
Gli studenti dell'Istituto Sanmicheli allo stadio con uno striscione
Gli studenti dell'Istituto Sanmicheli allo stadio con uno striscione
Gli studenti dell'Istituto Sanmicheli allo stadio con uno striscione
Gli studenti dell'Istituto Sanmicheli allo stadio con uno striscione

A fare da contraltare agli scontri tra ultrà avvenuti qualche ora prima del match Hellas - Napoli, sono stati gli studenti dell’Istituto Superiore Sanmicheli che si sono fatti ambasciatori di un messaggio di legalità davanti a tifosi, appassionati e giocatori.

Con lo slogan «Con la gentilezza nel cuore non esiste colore», i ragazzi hanno occupato gli spalti della Curva Est Family allo stadio Bentegodi ed hanno assistito al match innalzando uno striscione che parlava di vero spirito sportivo: per sua natura competitivo, ma leale.

Il progetto di sensibilizzazione che, grazie alla collaborazione instaurata con la Società dell’Hellas Verona, è stato promosso e sostenuto dalla Questura scaligera all’interno dello Stadio, ha consentito alle ragazze e ai ragazzi di diventare protagonisti nella diffusione dei valori più alti dell’agonismo e della correttezza sportiva. Il progetto coinvolgerà, per l’intero campionato, gli studenti degli istituti scolastici veronesi con l’obiettivo di stimolare la riflessione su tematiche di rilievo sociale e di incentivare la crescita e la responsabilizzazione di quelli che saranno i tifosi di domani.

Suggerimenti