Mercato

Sprint del Monza su Pablo Marì, Marroccu però non molla

Pablo Marì, un difensore che Cioffi conosce molto bene
Pablo Marì, un difensore che Cioffi conosce molto bene
Pablo Marì, un difensore che Cioffi conosce molto bene
Pablo Marì, un difensore che Cioffi conosce molto bene

Si riaccende il mercato attorno a Pablo Marì. Il Monza è in pole position ma l'Hellas spera in un colpo di coda. La primissima idea per la difesa è ritornata di moda nelle ultime ore. Il centrale spagnolo è un desiderio di mister Gabriel Cioffi, condiviso anche dal direttore sportivo Francesco Marroccu. Cioffi spinge per ritornare a lavorare con il difensore iberico, dopo la positiva esperienza di Udine. L’Hellas però parte alle spalle del Monza, che ha già raggiunto un accordo con l’Arsenal, squadra proprietaria del cartellino. Il Verona spera e vuole farsi trovare pronto in caso di eventuale pertugio per un’operazione in prestito. Gli inglesi dovrebbero sobbarcarsi gran parte del lauto stipendio da tre milioni di euro.

La pista in bianco e nero Pablo Marì non è comunque l’unico nominativo della lista. In Italia è stato sondato lo juventino Daniele Rugani. Anche qui l’ostacolo è l’ingaggio, oltre alla concorrenza interna di Bologna, Empoli e Sampdoria. Al momento risulterebbero più defilate le candidature dall’estero del turco Cenk Ozkacar e del colombiano Jhon Lucumi, rispettivamente tesserati dell’Olympique Lione e del Genk. Intanto in entrata dovrebbe arrivare oggi l’ufficialità per il portiere d’esperienza Simone Perilli. Ieri il classe ’95 ha sostenuto le visite mediche, dopo essersi svincolato dal Brescia. Perilli arricchisce la batteria alle spalle di Lorenzo Montipò. A questo punto risulta molto probabile la cessione in prestito del classe 2000 Mattia Chiesa.

Ore intense anche per le operazioni in uscita. Il Cholito Simeone anche ieri si è allenato in solitaria a Peschiera, in attesa di notizie sul proprio futuro. Borussia Dortmund e Napoli sono piste concrete. I tedeschi potrebbero accelerare già entro la fine della settimana. Il Napoli dovrà essere pronto a rispondere, nonostante quell’accordo di massima con il giocatore ormai noto da settimane. L’Hellas spera in un gioco al rialzo. Su Antonin Barak invece non vanno registrate novità. Il Verona conserva la speranza di mantenere il ceco in rosa anche nel prossimo campionato. I corteggiamenti non hanno mai preso quota. Infine sugli esuberi scatto in avanti verso la Turchia di Mert Cetin. Il difensore verrà ceduto in prestito nella massima serie turca, da cui sono giunte un paio di offerte. Verso l’addio con la medesima formula anche Panagiotis Retsos e Mateusz Praszelik, che dovrebbero trovare collocazione rispettivamente in Grecia ed in Polonia.

Alessio Faccincani