Lazio-Verona

Sarri, dalle lamentele per gli arbitri al dito medio contro la panchina gialloblù

Brutto gesto del tecnico della Lazio durante la sfida contro il Verona, che reclama un rigore per il fallo nel finale di Cancellieri su Kallon
Il dito medio di Sarri
Il dito medio di Sarri
Il dito medio di Sarri
Il dito medio di Sarri

Nervoso prima del match per i presunti torti arbitrali subiti dalla Lazio, nervoso durante nonostante una direzione di gara che non ha certo sfavorito i suoi, anzi: forse c'era un rigore su Kallon nel finale, mail Var non è intervenuto. Maurizio Sarri, tecnico della Lazio con un (poco fortunato) passato sulla panchina del Verona, a venti minuti dal termine è stato «pizzicato» dalle telecamere di Dazn in un ben poco nobile gesto verso lo staff gialloblù.

Dito medio alzato, stando a quanto riportato dai telecronisti, verso il team manager dell’Hellas Alessandro Mazzola, prima di essere allontanato da un componente dello staff della Lazio e dal quarto uomo Baroni. L’arbitro non dev’essersene accorto, visto che non ha adottato alcun provvedimento disciplinare. In realtà il gesto era contro Marroccu. E a fine gara Sarri ha spiegato: «Ho reagito così perché mi è parso che mi avessero detto di mettermi a sedere. Poi alla fine ci siamo chiariti e tutto è rientrato»