Setti attacca il quarto anno È l’Hellas di Barak e Simeone

Giovanni Simeone riceve un premio dal presidente dell’Hellas Verona Maurizio SettiFOTOEXPRESS
Giovanni Simeone riceve un premio dal presidente dell’Hellas Verona Maurizio SettiFOTOEXPRESS
Giovanni Simeone riceve un premio dal presidente dell’Hellas Verona Maurizio SettiFOTOEXPRESS
Giovanni Simeone riceve un premio dal presidente dell’Hellas Verona Maurizio SettiFOTOEXPRESS

A COME SERIE A Il Verona di Setti sta disputando il trentesimo torneo nella massima serie. Al giro di boa i punti sono 24. Ne mancano soltanto 16 per avere la certezza, praticamente matematica, di essere nuovamente ai nastri di partenza nella stagione 2022/’23. Sarebbe la quarta Serie A consecutiva del presidente Maurizio Setti. Solo Saverio Garonzi e Ferdinando Chiampan avevano mantenuto per almeno quattro anni il Verona così in alto. Giambattista Pastorello si era fermato a tre tornei. B COME BARAK L’Angelo biondo è uno dei simboli dell’Hellas di Setti. Un naturale ponte tra passato, presente e futuro. Un giocatore che per potenza ricorda Hans Peter Briegel. Forse il tedesco dello scudetto era più fisico, ma di sicuro il boemo è più tecnico. Passato e presente, mentre nel 2022 Barak potrebbe rappresentare la svolta per il Verona. Economica se verrà ceduto, tecnica se attorno a lui verrà costruita una squadra per tentare l’ingresso in Europa. C COME CAPRARI Ha fatto dimenticare uno dei ragazzi cresciuti nel Verona di Setti: Mattia Zaccagni. Non era semplice, eppure il trequartista romano tra assist e gol, ha conquistato il pubblico veronese. D COME D’AMICO CHE DI NOME FA TONY È il diesse più magro e tabagista di tutta la serie A, ma anche tra i più competenti. Lui ha grandi meriti nell’Hellas. E COME EPOCA Le Brigate Gialloblù, tra i pochi esempi di lungimiranza nel mondo ultrà italiano, si apprestano, con la trasferta di La Spezia, a vivere la loro 51esima stagione dopo il mezzo secolo di storia, festeggiato lo scorso 30 novembre. Da questa stagione, per le trasferte, è ricomparso lo striscione Hellas Army. Un modo per riunire tutti i gruppi. F COME FARAONI Più passa il tempo e più il ragazzo di Bracciano rappresenta l’Hellas Verona. Era quasi finito nel dimenticatoio a Crotone. È stato tra i protagonisti della promozione in A del Verona ed è una delle colonne gialloblù. I tifosi lo stimano perchè ha sposato la causa e terminerà la carriera in riva all’Adige. G COME GOL Sono stati ben trentuno quelli realizzati dal Verona

Gianluca Tavellin