Settebello Primavera, Reggiana bye bye

La Primavera del Verona con più benzina in corpo, mette il turbo e per la Reggiana non c’è scampo. Alla fine festa grande in casa del Verona e giusta passerella per i vincitori accolti all’ingresso in campo dagli applausi degli ospiti. Partita senza storia con i ragazzi di Corrent( confermato per la prossima stagione) che partono subito alla grande e vanno vicini al gol al 2’ con Bertini. La superiorità dei padroni di casa è palese e la Reggiana tenta con l’aggressività di bloccare le loro iniziative. Al 18’ passa il Verona al termine di una azione impostata da Bertini, sviluppata da Florio proseguita da Pierobon con l’assist per la conclusione di Bernardi. Il raddoppio è nell’aria e al 24’ Bertini su punizione fa secco Bukova. Al 45’ però la Reggiana accorcia le distanze con Morina che su rigore non sbaglia. Nella seconda frazione di gioco il dominio dei gialloblù è assoluto. Vogliono chiudere in bellezza e incominciano a premere sull’acceleratore per mettere alle corde gli avversari, Al 7’ affondo di Bragantini sulla sinistra, tocco preciso per Pierobon che fa centro. In fotocopia la quarta rete con Bernardi che dalla fascia destra appoggia a Elvius che batte Bukova sul primo palo. Il Verona dilaga e 20’ Pierobon cala la cinquina mettendo a segno la sua doppietta personale. I granata sono travolti dalla furia di Cancellieri che al 27’ va a segno con un sinistro a giro su assist di Bragantini. E cala poi il settebello al 36’, su imbeccata dello scatenato Bragantini, realizzando così la sua doppietta personale. Alla fine salti di gioia e calorosi applausi per tutti in attesa della data della partita contro il Pescara, vincitore del girone B, che vale per la conquista dello scudetto. •. F.L.

Suggerimenti