Tudor dopo Spezia-Verona 1-2

«Ragazzi super nonostante i 10 fuori per covid. Ma il buon senso dov'è?»

Igor Tudor festeggia la vittoria di La Spezia (Fotoexpress)
Igor Tudor festeggia la vittoria di La Spezia (Fotoexpress)
Igor Tudor festeggia la vittoria di La Spezia (Fotoexpress)
Igor Tudor festeggia la vittoria di La Spezia (Fotoexpress)

«Una super-partita della squadra nonostante il momento legato al covid. Una vittoria che vale doppio, meritata e ottenuta giocando un buon calcio. Non avete idea di cosa abbiamo passato in questi giorni: un casino, dove era difficile pensare al calcio. I ragazzi hanno giocato senza scuse».

Così Igor Tudor dopo la vittoria di La Spezia, ottenuta nonostante dieci giocatori assenti per positività al coronavirus. 

«27 punti ci danno tranquillità per crescere. È tornato anche Barak, così come Kalinic, vediamo come si sviluppa la situazione per covid: non sono preoccupato, ma in questo momento non faccio il lavoro dell'allenatore, faccio altro. La fortuna, fra virgolette, è stata il fatto che tra i positivi c'erano pochi titolari: è giusto che funzioni così? Bisogna usare buon senso».