Nello staff ci sono anche Donadel e Zuccher

Il vice Marco Donadel
Il vice Marco Donadel
Il vice Marco Donadel
Il vice Marco Donadel

Non solo Vanoli. Nello staff dello Spartak vincitore della Coppa di Russia c’è un altro bel po’ di Verona. A partire dal viceallenatore Marco Donadel, nel 2013 regista dell’Hellas nella sua seconda stagione di Serie A con Andrea Mandorlini dopo una vita alla Fiorentina dov’è poi tornato da tecnico delle giovanili una volta chiusa a Montreal la sua carriera da calciatore. Con Vanoli pure il preparatore dei portieri Marco Zuccher, salito all’Hellas fino in prima squadra con due presenze in Coppa Italia nel 1988 contro Cosenza e Juve. Il feeling scattò ai tempi del Domegliara dove Vanoli arrivò appena appese le scarpe al chiodo per dare una mano all’amico Pippo Filippini, prima di entrare nell’organico delle varie nazionali azzurre e diventare successivamente preziosissimo assistente di Conte, senza poter più riallacciare quel legame tecnico così forte creato al Montindon con Zuccher. Nel momento in cui Vanoli ha iniziato a correre per conto suo s’è però ricordato di quella vecchia intesa nata nei dilettanti col Domegliara di Paiola. E le strade si sono di nuovo incrociate. A.D.P.