Montipò guida in solitaria la classifica Il portiere inseguito da Lazovic e Ilic

Lorenzo Montipò
Lorenzo Montipò
Lorenzo Montipò
Lorenzo Montipò

Dopo sette giornate di campionato arriva il primo aggiornamento del «Sante Begali», e gli accostamenti alla stagione appena trascorsa sono tanti, con qualche piacevole novità. Al primo posto momentaneo del premio riservato al calciatore gialloblù più corretto sul campo da gioco c’è Lorenzo Montipò: il portiere non è mai stato ammonito in 640’ (recuperi esclusi). Il podio diventa poi un’esclusiva dei centrocampisti. Secondo posto provvisorio per Ivan Ilic, che torna in gioco dopo l’esclusione dello scorso anno a causa del cartellino rosso ricevuto durante Verona-Salernitana: un giallo in 613’ per lui, incollato a Darko Lazovic che nei 610’ di impiego non ha ricevuto ammonizioni. Storia particolare quella dell’esterno, arrivato vicinissimo alla vittoria del «Begali» nelle tre edizioni precedenti. Sarà questa la volta buona? Un’altra conferma è al quarto posto, dove troviamo un gialloblù che da quando è arrivato ha sempre flirtato con il premio: Adrien Tameze non ha ricevuto ammonizioni nei 402’ in cui è sceso in campo. In quinta posizione la (bella) storia di Filippo Terracciano. Prodotto del vivaio dell’Hellas e classe 2003, è una luce di questo avvio di stagione, dove in 280’ è stato sempre corretto senza macchiarsi di alcun giallo. Tanta incertezza e pochi minuti dividono i primi cinque dal resto del gruppo, dove c’è molto da raccontare. C’è l’onnipresenza di Pawel Dawidowicz, con un cartellino giallo ogni 270’. C’è poi la grinta di un’altra gemma del vivaio gialloblù, che con Sante Begali ha tanto, per non dire tantissimo, in comune. Diego Coppola è nato a Bussolengo, è cresciuto con gli stessi colori di oggi e di professione fa il difensore. Coincidenze? Presto per dirlo, ma oltre alle qualità tecniche c’è anche quello che dimostrava Sante Begali sul campo, come voglia di sacrificarsi e correttezza. Per il resto, a parlare sarà il futuro. Intanto si mette davanti, con un cartellino giallo ogni 247’ giocati, a due nuovi acquisti, in ottava e decima posizione: apre Josh Doig, mai ammonito in 208’. Chiude Thomas Henry, che ha rimediato tre gialli. Fra di loro c’è Günter. Al.Pec.