Marroccu fa razzia di punte Casale, arrivederci Hellas

Thomas Henry braccato nella circostanza da Pawel Dawidowicz durante Venezia-Verona della scorsa stagioneRoberto PiccoliMilos DjuricGiovanni Simeone  potrebbe andare a giocare in SpagnaFOTOEXPRESS
Thomas Henry braccato nella circostanza da Pawel Dawidowicz durante Venezia-Verona della scorsa stagioneRoberto PiccoliMilos DjuricGiovanni Simeone potrebbe andare a giocare in SpagnaFOTOEXPRESS
Thomas Henry braccato nella circostanza da Pawel Dawidowicz durante Venezia-Verona della scorsa stagioneRoberto PiccoliMilos DjuricGiovanni Simeone  potrebbe andare a giocare in SpagnaFOTOEXPRESS
Thomas Henry braccato nella circostanza da Pawel Dawidowicz durante Venezia-Verona della scorsa stagioneRoberto PiccoliMilos DjuricGiovanni Simeone potrebbe andare a giocare in SpagnaFOTOEXPRESS

Alti oltre il metro e ottanta. Questo il desiderio espresso da Gabriele Cioffi a Francesco Marroccu. Il giovane, allenatore toscano bada al sodo ed è sicuro che nei match salvezza, la fisicità abbia la sua importanza. Il Verona in cambio, gli ha chiesto di accorciare di un paio di giorni le ferie, per essere presentato come protocollo impone, alla tifoseria scaligera. “Sono felice perchè ho un po’ di voce in capitolo“ avrebbe confidato ad un amico Cioffi, evidentemente un po’ scottato dall’esperienza in Friuli. All’Udinese le gerarchie sono molto rigide. Con il Cholito con le valige in mano, Marroccu ha provato ad accontentare subito il tecnico. Bloccati Thomas Henry, Roberto Piccoli e Milos Djuric. Centravanti boa Il Verona di Cioffi giocherà per reparti e difficilmente sarà all’arma bianca come quelli di Juric e Tudor. Un atteggiamento più classico ma la filosofia della società e il modulo di partenza non si discutono. Il 3-4-2-1 di questi ultimi anni, potrà diventare un 3-5-2 al massimo ma Cioffi non snaturerà la squadra. Solo un mercato rivoluzionario, potrebbe indurre ad un mutamento di sistema. Con Simeone partente, Marroccu si è cautelato con un vecchio pallino: Thomas Henry. Il francese fa al caso di Cioffi. Strutturato, agonista e abile nel gioco aereo. Queste la caratteristiche della punta in uscita dal Venezia. Henry è bravo anche a creare gli spazi per i compagni pronti ad inserirsi. Con l’Atalanta, società amica, sarà facile avere Roberto Piccoli. La giovane punta non è mai riuscita ad avere la giusta continuità ma qui potrebbe trovarla. E poi perchè lasciarsi sfuggire l’occasione di arrivare a Milos Djuric della Salernitana? Marroccu avrebbe bloccato anche il corazziere bosniaco per avere pure una panchina pesante. L’Hellas, che ha avuto una sufficiente liquidità per queste prime operazioni - riscatto di Simeone in primis - ora deve vendere almeno un pezzo pregiato entro giovedì, per proseguire sul giusto binario tecnico-finanziario. Bye bye Nicolò Non sappiamo se sarà il biancoceleste della Lazio o l’azzurro del Napoli a vestire i muscoli di Casale, ma entro giovedì si dovrebbe conoscere il futuro di questo prodotto made in Verona. Ha fatto tutte le giovanili gialloblù, il ragazzotto di Pescantina prima di lasciare la sua impronta in Serie A. Saranno lacrime, ne siamo certi, quando abbandonerà l’Hellas. Ma il dado è tratto. Lui più di ogni altro darà al club quei soldi necessari per bilanciare le spese sostenute per Simeone ed Henry. Poi ci sarà tutto il tempo per completare le operazioni in entrata e in uscita. Attenzione però, al Monza, nonostante abbia già acquistato il veterano Ranocchia dall’Inter, potrebbe inserirsi nella trattativa con denaro fresco. Fra Lotito (Lazio) che tira sul prezzo del cartellino e il Napoli che indugia, potrebbe inserirsi Galliani e la neopromossa brianzola, che dovrebbe già avere nella prossima Serie A un ruolo di outsider. Quale difesa? Se il diesse Marroccu si sta muovendo per l’attacco, guarda con interesse pure difesa. Uscirà Casale ma potrebbe seguirlo anche Gunter. Il condizionale è d’obbligo visto che il difensore si trova bene a Verona ma vorrebbe, andare via a giugno dell’anno prossimo a scadenza. Una possibilità che la società ha preso in considerazione, come l’idea che possa invece già finire qui l’avventura del Genoa. Gunter in Turchia ha molti estimatori e pure dal Toro di Juric potrebbe arrivare una chiamata. Marroccu non si è fatto trovare impreparato ed ha bussato alla porta dell’Arsenal. L’oggetto del desiderio è Pablo Marì che Cioffi ha allenato all’Udinese. Il difensore dell’Arsenal potrebbe arrivare in gialloblù in prestito, con il club inglese che si caricherebbe di almeno metà dell’ingaggio del calciatore. Oltre a questo verrà valutato Giangiacomo Magnani cavallo di ritorno dalla Sampdoria. •.

Gianluca Tavellin