«L’Hellas è la mia chance Qui per il salto di qualità»

Presentazione Martin Hongla ieri a Mezzano
Presentazione Martin Hongla ieri a Mezzano
Presentazione Martin Hongla ieri a Mezzano
Presentazione Martin Hongla ieri a Mezzano

Primi passi in casa Hellas. Parla Martin Hongla, centrocampista camerunense classe ’98 arrivato in prestito dai belgi dell’Anversa. «Sono un giocatore sostanzialmente eclettico» racconta il neo acquisto gialloblù, con caratteristiche specifiche da centrocampista. Amo ricevere palla, giocarla e ogni giorno per me è una grande occasione per crescere». Il Verona? «La società mi cercato con insistenza, per me gratificante, e sono veramente felice di essere arrivato qui. È una grande chance per me e voglio dimostrare di essere all'altezza. La squadra è competitiva, ci sono ottimi giocatori e anche un grande gruppo». L’Hellas diventa trampolino di lancio. Il campionato di serie A una irrinunciabile vetrina. «Assolutamente sì, è un grande trampolino di lancio per la mia carriera. Ho sempre seguito molto la Serie A, e ora sta a me migliorare e dare il meglio sul campo». Hongla non ha particolari riferimenti. «Mi ispiro a me stesso, perché cerco di migliorare giorno dopo giorno per diventare sempre più forte». E non vede l’ora di affrontare «Cristiano Ronaldo, del quale sono già stato avversario quando ero in Spagna col Granada ed entrambi giocavamo nella Liga: non vedo l’ora di tornare a giocare contro di lui». In Italia non ha amici calciatori. «Ma ci sono altri giocatori del Camerun in Italia, come lo stesso Tameze, che sono felice di incontrare». Ha già scelto il numero di maglia «Da quando sono piccolo ho sempre scelto il 18: mi piacerebbe averlo come numero di maglia anche a Verona. La Nazionale è uno dei miei obiettivi e giocando in un campionato come la Serie A avrò più possibilità di tornare a vestire la maglia del Camerun». Prime impressioni gialloblù: «Ottime e ho avuto modo di vedere Verona, che è una città bellissima». S.Ant.

Suggerimenti