Hellas Verona

Setti risponde a Juric: «È al centro del progetto, ma se ha dei dubbi me lo dica»

Tony D'Amico, Maurizio Setti e Ivan Juric (Fotoexpress)
Tony D'Amico, Maurizio Setti e Ivan Juric (Fotoexpress)
Tony D'Amico, Maurizio Setti e Ivan Juric (Fotoexpress)
Tony D'Amico, Maurizio Setti e Ivan Juric (Fotoexpress)

Su l'Arena in edicola oggi (qui la versione digitale) il presidente del Verona Maurizio Setti risponde a Ivan Juric che aveva parlato di «mancanza di rispetto» e «brutti segnali» da parte della società nei suoi confronti. 

 

UN ESTRATTO DELLE PAROLE DI SETTI

«So che a Juric capita, nelle interviste, di enfatizzare alcuni concetti, perché la sua dialettica è schietta e immediata». «Quello che mi ha dato fastidio, a essere onesto, è che avremmo potuto parlarne insieme, privatamente, come già avvenuto in altre occasioni».

«Dopo Cagliari, superata quota 40 punti, ho portato tutta la squadra  a cena e con il mister abbiamo parlato per tre ore della situazione».

«Per quanto mi riguarda Juric resterà sicuramente ad allenare l’Hellas Verona, poi non so se lui abbia dubbi, ma se fosse così vorrei che me lo dicesse». E ancora, «per me lui è al centro del nostro progetto, assieme a D’Amico. Siamo ormai al termine di un’altra grande stagione, e io sono davvero contento del Verona che stiamo costruendo».  •.

 

Leggi anche
Ha ragione Juric o ha ragione Setti? Il sondaggio fra i tifosi dell'Hellas

 

 

Gianluca Tavellin

Suggerimenti