Hellas Verona

Il saluto di Juric: «Gli anni più belli della mia vita». Ma i tifosi delusi lo criticano

Ivan Juric a San Siro con Conte
Ivan Juric a San Siro con Conte

𝑆𝑜𝑛𝑜 𝑠𝑡𝑎𝑡𝑖 𝑖 𝑑𝑢𝑒 𝑎𝑛𝑛𝑖 𝑝𝑖𝑢̀ 𝑏𝑒𝑙𝑙𝑖 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑚𝑖𝑎 𝑣𝑖𝑡𝑎. 𝐺𝑟𝑎𝑧𝑖𝑒 𝑑𝑖 𝑐𝑢𝑜𝑟𝑒 𝐻𝑒𝑙𝑙𝑎𝑠, 𝑔𝑟𝑎𝑧𝑖𝑒 𝑑𝑖 𝑐𝑢𝑜𝑟𝑒 𝑉𝑒𝑟𝑜𝑛𝑎.

 

Così Ivan Juric, attraverso i social del Verona, ha voluto salutare i tifosi gialloblù dopo aver firmato un contratto che lo legherà per tre anni al Torino.

Poche parole, ma cariche di significato, per il tecnico croato, che all'Hellas ha vissuto due anni calcisticamente intensi e vincenti.

 

Leggi anche
Hellas, chi dopo Juric? Il sogno è Italiano, ma ci sono altri otto nomi in lizza

 

Ma alcuni dei sostenitori del Verona non sembrano aver apprezzato particolarmente le tempistiche e le modalità dell'addio:  «Più o meno come :”ti amo troppo, ti lascio”», è il commento che è stato più apprezzato, e ancora:  «Un saluto in linea con la velocità degli eventi degli ultimi giorni.. e un refrain davvero commovente come ai saluti col Crotone.. avevi la mia stima e mi sono divertito a vedere come facevi giocare la squadra.. ma visto che anche per te "pecunia non olet", son contento che te ne sia andato» oppure  «Mah.. a me pare un po’ un post di circostanza. Quasi a tentare di placare la rabbia della città per questa fuga premeditata.. mah. Ne esce male secondo me».

Anche se c'è chi imputa al presidente Maurizio Setti l'addio di Juric e chi gli scrive: «Ti auguro buona fortuna e spero in un tuo ritorno»

 

 

Suggerimenti