Covid in campo

Hellas Verona, dieci positivi al virus: 8 giocatori e due dello staff

Hellas Verona (foto di repertorio, Fotoexpress)
Hellas Verona (foto di repertorio, Fotoexpress)
Hellas Verona (foto di repertorio, Fotoexpress)
Hellas Verona (foto di repertorio, Fotoexpress)

Dieci positivi al Sars-Cov2 in casa Hellas Verona. Lo annuncia la stessa società con un comunicato ufficiale: si tratta di otto calciatori e due membri dello staff, tutti regolarmente vaccinati.

La Società ha attivato sin da subito tutte le procedure nel rispetto delle normative vigenti ed è in costante contatto con le autorità sanitarie competenti. Domani, mercoledì 5 gennaio, non si terrà la prevista conferenza stampa pre-partita di mister Igor Tudor.

Resta da capire se sarà possibile svolgere la partita, in programma giovedì 6 gennaio, Spezia-Verona.

Non si conoscono i nomi dei giocatori, anche perché si aspettano i risultati di esami più approfonditi, tampone molecolare in primis. Intanto, in via precauzionale, è stata appunto annullata la conferenza stampa dell’allenatore Tudor che era prevista per domani pomeriggio poco prima della partenza per La Spezia. Proprio il tecnico croato è stato contagiato qualche settimana fa, ha saltato degli allenamenti, ma poi è tornato tutto alla normalità.

Subito dopo le vacanze di Natale era stato trovato positivo il centrale difensivo Magnani, subito posto in isolamento. Ora lo scoppio del nuovo contagio che, sembrerebbe, non mettere a rischio la gara con lo Spezia che si dovrebbe giocare regolarmente. Tra gli attuali positivi, infatti, potrebbero esservi dei falsi positivi ed è per questo che la società diramerà solo domani l’elenco dei giocatori che non prenderanno parte alla trasferta. C’è poi da considerare come si muoveranno le autorità sanitarie locali che sono state immediatamente informate dal Verona della situazione in corso.

Il regolamento parla chiaro, il Verona ha una rosa ampia, 13 giocatori disponibili per giocare ci sono e pertanto l’unica motivazione per cui l’Hellas non scenderà in campo giovedì è il divieto dell’Asl scaligera a non mettersi in viaggio. Ipotesi attualmente remota. Certo bisognerà capire con quali effettivi i gialloblù andranno a sfidare lo Spezia e come potrà disporre la squadra Tudor alla luce delle possibili assenze. Dubbio che, con la lista degli indisponibili attesa per domani, sarà definitivamente sciolto.