Hellas, ma ti piace Boateng? Lazio d’assalto su Kumbulla

Kevin Prince Boateng, 33 anni, solo una suggestione di fine estate?
Kevin Prince Boateng, 33 anni, solo una suggestione di fine estate?

Boateng accostato all’Hellas. Pazzia? Follia? No, sì chiama mercato dinamico. Il Verona, per fare il colpo, deve infilarcisi dentro. Ieri, da Firenze la notizia ad incastro. Un gioco bizzarro di sovrapposizioni di nomi e di possibilità che potrebbero generare un’onda bassa ma pure uno tsunami. Vi raccontiamo: Hellas e Fiorentina trattano da tempo due giocatori: Marco Benassi e Dusan Vlahovic. Operazioni più che possibili che andrebbero ad impreziosire mediana ed attacco di Ivan Juric. Benassi ha già detto sì. Può arrivare in prestito. Ma oggi la Fiorentina non lo può liberare perché alla prima di campionato - il 19 settembre - dovrà fare a meno di Amrabat e Pulgar, entrambi indisponibili per il debutto dei gigliati. A meno che a Iachini venga regalato nel frattempo un altro centrocampista (Borja Valero ndr). Storia simile per Vlahovic. La Fiorentina lo gira in prestito. L’Hellas potrebbe garantire all’attaccante serbo vetrina e minutaggio. Ma anche qui, Iachini vuole avere prima di tutto la garanzia di un nuovo rinforzo per l’attacco. Ed eccoci alla novità di ieri. La Fiorentina deve piazzare Kevin Prince Boateng, 33 anni, uno degli esuberi nobilissimi dei toscani. Ingaggio da 1.7 milioni di euro. Pesante. La Fiorentina ha mandato Boateng in prestito al Besiktas, in Turchia. Il centrocampista è rientrato, ma non resterà. Boateng ha già rifiutato la Mls americana. Per lui sirene spagnole e tedesche. Ma l’Italia resta sempre sirena tentatrice. E la Fiorentina pare intenzionato a lavorarci con il Verona. Girando in prestito il giocatore ai gialloblù, con la possibilità di ammorbidire in qualche maniera l’ingaggio. Converrebbe ad entrambe. Ora, però, c’è da capire se Boateng può interessare realmente a Juric. Il giocatore ha profilo intrigante e ha un contratto in scadenza nel giugno 2021 con la Viola. Il Verona potrebbe anche spalmare su base pluriennale l’ingaggio. Detto questo, si viaggia sempre nel campo del mercato dinamico. E Fiorentina ed Hellas, oltre al giocatore, avranno modo di capire se è cosa che s’ha da fare. E Marash Kumbulla? L’Inter non si è fatta più viva. Sul tavolo del ds D’Amico non è mai arrivata una proposta da 30 milioni per il difensore. Nemmeno da venticinque. La Lazio, che più di un mese fa aveva provato a mettere le mani su Kumbulla, in queste ore tornerà all’attacco, cercando di arrivare ad una soluzione. Venti milioni e il cartellino di Andrè Anderson è la base di partenza. Operazione che il club di Lotito valuta sul 28 milioni complessivi. Ma che, invece, il Verona non ritiene superiore ai 24. Che si fa adesso? Le parti sono al lavoro per inserire una ulteriore contropartita tecnica. O il Verona potrebbe chiedere 3-4 milioni in più cash. •

Simone Antolini