L'incontro tra «fedi»

Verona-Udinese: l'Hellas invita il vescovo Domenico, grande appassionato di calcio

Pompili dice: «Amo il calcio come lo sport. Rende la vita più leggera e vicine le persone tra loro»
Monsignor Pompili in piazza Bra
Monsignor Pompili in piazza Bra
Monsignor Pompili in piazza Bra
Monsignor Pompili in piazza Bra

Uomo di sport, centrocampista dai piedi buoni. Domenico Pompili è nato a Roma, ha scoperto il calcio nella provincia del frusinate e ha imparato ad amare la favola del Cagliari. L’Italia operaia che sogna, gode e vince. E che fa pure innamorare quello che poi diventerà il futuro vescovo di Verona. Rombo di Tuono è diventato leggenda per molti. Gigi Riva è stato mito calcistico di Pompili.
Verona è la sua nuova tappa di fede. E a Verona, c’è chi vive l’Hellas come una seconda fede. Una liturgia pagana che non mai smesso di fare proselitismi e trovare condivisione.

 

Il vescovo Domenico e il calcio

Pompili, intervistato ieri dal nostro giornale, ha avuto modo di parlare anche di calcio: «Amo il calcio come lo sport. L’ho sempre praticato da giovane. È la gioia di poter vivere una esperienza gratuita. Rende la vita più leggera e vicine le persone tra loro. Se capiterà di fare qualche minuto in campo, lo farò volentieri». Magari presenziando allo stadio. «Questo sì, assolutamente».
E l’Hellas ha colto la palla al balzo, invitando ufficialmente il nuovo vescovo di Verona al Bentegodi. «Siamo felici che il Vescovo Pompili sia vicino a tutte le realtà sportive della città e, in particolare, all’Hellas Verona. Gli auguriamo di svolgere un ottimo lavoro, e lo invitiamo con piacere allo stadio Bentegodi per assistere alle nostre partite di campionato», le parole del presidente dell’Hellas Maurizio Setti
Invito valido già per la partita di domani sera, lunedì 3 ottobre, al Bentegodi tra Verona e Udinese. Un monday night particolare. La prima possibilità di vedere “dal vivo“ l’Hellas che tanti amano.

 

Monsignor Pompili durante una partita del cuore
Monsignor Pompili durante una partita del cuore

Il vescovo in campo

Verona e Pompili avranno sicuramente modo di conoscersi nel tempo. Probabile venga programmato un incontro ufficiale in sede o una visita al centro di allenamento dei gialloblù a Castelnuovo del Garda.
Pompili ha già raccolto presenze alla «Partita del Cuore» organizzata dalla Nazionale Cantanti. E a Verona avrà modo di incontrare anche Damiano Tommasi, pure lui figura di vertice del tessuto veronese, con un pallone appeso al cuore. Pompili, nel suo precedente mandato nelle Marche, aveva già avuto portato il suo messaggio all’Ascoli, club simbolo del territorio piceno e ad altre realtà locali. Lo sport come veicolo di anime. Anche per il nuovo Pastore di Verona. 

 

Leggi anche
Domenico Pompili è il nuovo vescovo di Verona: l'arrivo in Duomo a piedi scortato da una folla di giovani

Simone Antolini