Il dopo partita

Barak festeggia: «Punti importanti, il Sassuolo è un'ottima squadra». Tudor: «Un altro passo verso la salvezza»

.
Antonin Barak festeggia il gol contro il Sassuolo
Antonin Barak festeggia il gol contro il Sassuolo
Sassuolo-Verona, l'analisi di Gianluca Tavellin

«Sono contento soprattutto per la squadra. Abbiamo trovato tre punti importanti contro il Sassuolo con il quale avevamo avuto sempre un po' di sfortuna, abbiamo sempre perso. Sono bravi, un’ottima squadra, complimenti a loro. Noi siamo veramente felici di aver preso tre punti oggi». Lo dice il centrocampista dell’Hellas Verona Antonin Barak, decisivo con tre gol e un assist nel successo dei gialloblu scaligeri in casa del Sassuolo.

«Sono contento tantissimo perché mi fa piacere giocare in questa squadra, mi dà soddisfazioni ed emozioni, il calcio è bellissimo - prosegue il ceco ai microfoni di Dazn -. Si può andare oltre l’obiettivo salvezza? Sì, ma dobbiamo concentrarci sul nostro lavoro durante la settimana, impegnarci ogni giorno e crescere: così i risultati arriveranno anche se dipendono da tante cose. Sono contento però del percorso che si sta facendo. Il gol più bello di oggi? Il terzo, sul rigore invece ho preso paura perché ho visto che c’era arrivato. Io ho calciato forte ma sono stato anche fortunato. Doppia cifra quest’anno? Voglio farla» chiosa Barak.

 

«Abbiamo ottenuto un risultato importante a casa di una bella squadra che ha fatto una grande prestazione una settimana fa. Questo dà valore doppio alla vittoria, mettiamo un altro mattone verso il nostro obiettivo che è la salvezza». Commenta così il tecnico del Verona Igor Tudor, dopo il successo in casa del Sassuolo. «Abbiamo fatto il miglior primo tempo della stagione - prosegue l’allenatore croato ai microfoni di Sky - Abbiamo fatto 4 gol ma se ne avessimo fatti 7 non sarebbe stata una sorpresa. Una bella dimostrazione di qualità che ci fa guardare con ottimismo al futuro».

«Sono contento per Barak, abbiamo parlato tanto di lui in passato -  ha aggiunto - Si è messo dietro i problemi. Lui è un giocatore che ci serve, un atipico trequartista che collega da dietro: è perfetto per questo tipo di calcio. Un ragazzo d’oro, un giocatore che secondo me ha talmente tante qualità che può stare nella rosa di qualsiasi squadra. Simeone merita un top club? Io penso che farà 20 gol quest’anno o comunque ci andrà molto vicino. Uno che ne fa 20 in Serie A può stare nella rosa di un grande club. È un bravissimo ragazzo, anche quando non segna fa sempre bene con la sua generosità, la sua positività, un giocatore importantissimo per la squadra».

 

«Abbiamo preparato benissimo la gara, sapevamo che dopo la sconfitta con la Salernitana dovevamo dare una risposta e penso che siamo riusciti ad entrare bene in partita. Ora continuiamo ad andare avanti, questo è il nostro percorso». Lo dice il centrocampista del Verona Miguel Veloso, nel post partita del match vinto dai gialloblu scaligeri in casa del Sassuolo. «Come gruppo abbiamo dato una risposta importante contro una squadra che gioca benissimo - prosegue il portoghese ai microfoni di Sky -. Siamo stati veramente bravi, abbiamo sofferto alla fine ma fa parte anche del gioco. Tudor ci ha portato tanto, un po' anche la mentalità che aveva l’allenatore di prima (Juric ndr). Quando è arrivato siamo riusciti a fare i risultati che hanno dato confidenza alla squadra. Come mi trovo al fianco di Tameze? Mi trovo benissimo con qualsiasi compagno», spiega Veloso.