Calciomercato

Barak è l’uomo mercato: cercato dalle big, dal Napoli al Tottenham

.
Antonin Barak
Antonin Barak
Antonin Barak
Antonin Barak

Piaccia o non piaccia, è già calciomercato. Anche senza aver ufficializzato Marroccu e Cioffi, i procuratori si muovono e i giocatori dell’Hellas, dopo un campionato del genere, fanno gola a molti club. Ecco, quindi, le prime mosse sia in entrata che in uscita anche se, è bene specificarlo, ancora non è arrivato il momento delle offerte vere e proprie. Degli interessi, sì. Il più seguito è Antonin Barak. Il forte centrocampista ceco è pronto per una big ed il suo agente sta flirtando con Napoli, Milan e Tottenham riprendendo i discorsi impostati già a gennaio. Il club di De Laurentiis è in vantaggio perché, a differenza dei neo Campioni d’Italia, non è nel bel mezzo di un cambio di proprietà. Giuntoli giocherà d’anticipo provando ad inserire nella trattativa anche Nicolò Casale. Un'operazione che potrebbe garantire a Setti quei fondi necessari al famoso autosostentamento del club con il ceco valutato almeno 20 milioni e Casale circa la metà.

Occhio, però, anche agli inglesi che si erano messi in coda per Antonin ancor prima di scegliere Kulusevski e tenteranno l’angelo biondo con il fascino della Premier.

 

Corsia dedicata

L’agente di Casale, Giuffredi, ha anche un canale aperto con la Lazio visto che Sarri non ha mai fatto mistero di apprezzarlo per sostituire Luiz Felipe. Altro pezzo pregiato dei gialloblu è il Cholito. Il suo riscatto dal Cagliari deve ancora essere formalizzato e discusso da Setti con Marroccu ma, considerando la lunga lista di pretendenti, acquisirlo per poi cederlo si rivelerebbe un’ottima mossa per realizzare un notevole utile economico. In Spagna ci sono Valencia, Villareal e Siviglia, in Italia un pensiero l’ha fatto il Napoli e, in base a come andrà la questione Ibrahimovic, pure il Milan. A Giovanni non dispiacerebbe un’esperienza in Liga per sfidare papà ma, ora, l’unico suo pensiero è per l’imminente matrimonio con Giulia che si celebrerà a Firenze. C’è tempo.

Tameze è promesso sposo del Napoli che se n’è invaghito da tempo e vorrebbe affiancarlo a Zambo Anguissa magari proprio con Barak. Per il francese, così come per il ceco, potrebbe aprirsi un’asta. Adrien piace a tutti: Fiorentina, Atalanta, in Ligue 1, in Premier e pure in Bundesliga. Stavolta, sarà difficile trattenerlo. Tra quelli in dubbio c’è Gunter. Il difensore diventerà padre tra pochi mesi e, con la compagna, sta valutando una scelta di vita che coinvolgerà il nascituro. O Italia, o Turchia. Ad oggi più Italia e, quindi Verona. Attenzione, infine, all’asse con Bergamo dove D’Amico si occuperà del mercato italiano per conto dell’Atalanta. Come ha confermato lo stesso Setti, è già stato bloccato l’attaccante classe 2001 Roberto Piccoli. Un trasferimento da circa quattro, cinque milioni che dovrebbe coprire le spalle all’Hellas in caso di addio a Simeone. Si tratterà anche un possibile ritorno di Sutalo, promosso in gialloblu. Per il croato, stavolta, potrebbe essere inserita anche una clausola per il riscatto. Il percorso contrario, invece, potrebbe farlo Ivan Ilic. Il baby serbo è una delle scoperte di D’Amico che sta seriamente pensando se portarselo anche all’Atalanta. 

Davide Cailotto