Women, alla ricerca di un nuovo sorriso

In azione Nichele a  duello con un’avversaria
In azione Nichele a duello con un’avversaria
In azione Nichele a  duello con un’avversaria
In azione Nichele a duello con un’avversaria

Tornare a sorridere e chiudere il campionato nel migliore dei modi. Sono queste le ambizioni del Verona femminile, che con la salvezza già in tasca è pronto per una nuova sfida nella tana dell'Empoli. Reduce da una pesante sconfitta contro il quotato Sassuolo, l'Hellas vuole dimostrare il proprio reale valore e l'occasione odierna è perfetta. Alle 15 allo Stadio Monteboro le scaligere affronteranno le Ladies toscane, seste in classifica e con nove punti di vantaggio sul Verona. «L'Empoli è una squadra di qualità che vanta buone individualità nella sua rosa, quindi non sarà una partita facile», commenta il tecnico gialloblù Matteo Pachera, «noi dobbiamo migliorare il nostro impatto sulla partita per evitare di commettere gli stessi errori della scorsa giornata. Penso al gruppo e lavoro affinché la squadra scenda in campo al meglio in queste ultime partite: dobbiamo riscattare la prestazione contro il Sassuolo perché non è stata in linea con ciò che abbiamo dimostrato durante tutta la stagione», prosegue, «è vero, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo salvezza, tuttavia è necessario continuare a lavorare per concludere al meglio questo campionato». Nella gara d'andata le toscane erano riuscite ad avere la meglio per due a uno al Sinergy Stadium di via Sogare. Le scaligere erano scese in campo in piena emergenza, con più di sei atlete out perché positive al Covid. La sfida di oggi potrebbe rappresentare un bel riscatto per le ragazze di Pachera che potranno giocare con tranquillità. In queste ultime giornate hanno trovato spazio in campo le giovani Sofia Zoppi e Giorgia Marchiori, che faranno probabilmente parte anche della formazione odierna, come le vede il mister? «Sono due giovani giocatrici di qualità, ma devono crescere e migliorare ancora», risponde Pachera, «in questa stagione hanno avuto diverse opportunità e le hanno ben sfruttate: siamo tutti contenti quando delle calciatrici giovani trovano spazio in prima squadra».•. Lud.Pur.

Suggerimenti