Frey, Inglese e Gobbi, maestri di vita

Massimo Gobbi, Nicolas Frey e Roberto Inglese a Villafranca
Massimo Gobbi, Nicolas Frey e Roberto Inglese a Villafranca
Massimo Gobbi, Nicolas Frey e Roberto Inglese a Villafranca
Massimo Gobbi, Nicolas Frey e Roberto Inglese a Villafranca

Educare alla vita attraverso i buoni esempi che arrivano dal calcio. Sensibilizzare alla vita attraverso le parole di campioni che rappresentano punti di riferimento e modelli da seguire. Il Chievo pensa alla salvezza ma anche a tendere la mano alla solidarietà.

Ieri mattina nella scuola secondaria di primo grado Cavalchini Moro di Villafranca, gli studenti di cinque classi hanno partecipato all'incontro organizzato da ChievoVerona e Cuore Chievo Onlus. L'obiettivo è stato quello di sensibilizzare i ragazzi riguardo i temi di sport e beneficenza. Cuore Chievo Onlus ha scelto di devolvere tutte le raccolte fondi organizzate in questa stagione ad A.Na.Vi, Associazione Nascere per vivere.

I tre protagonisti gialloblù sono stati i difensori Massimo Gobbi e Nicolas Frey e l'attaccante Roberto Inglese che hanno ricordato agli studenti l'appuntamento di giovedì 24 marzo alle ore 15 per l'amichevole che si disputerà allo stadio comunale di Villafranca tra la squadra locale che milita nel campionato di Serie D e la formazione gialloblù.

Un momento di sport, che esce, però, dai consueti binari della semplice sfida sportiva. Il Chievo torna a Villafranca, città amica, per un buon motivo.

Tutto il ricavato dall’incasso dell’incontro sarà devoluto ad A.Na.Vi: l'obiettivo è raggiungere la cifra di 35.000 euro che servirà ad acquistare un macchinario per la dialisi dei bambini nati prematuri per il reparto di pediatria dell'ospedale di Borgo Roma.

Presente alla scuola Cavalchini – Moro anche il sindaco di Villafranca Mario Faccioli che ha accolto tutti gli ospiti e ha promosso questa iniziativa che potrà aiutare molte vite.

Nicolas Frey ha portato la sua esperienza di vita ricordando quando a utilizzare questo macchinario furono le sue due bimbe nate premature. Un racconto significativo e toccante che ha aiutato a creare un legame forte tra ragazzi e giocatori intervenuti all’incontro. A volte sono proprio gli esempi di vita vissuta ad aprire l’occhio della coscienza verso direzione mai sondate prima. E la storia che ha avuto come protagonista principale proprio il difensore francese del Chievo rappresenta esempio di profonda riflessione.

Questo progetto che il ChievoVerona abbraccia insieme a Cuore Chievo Onlus per A.Na.Vi. è molto importante perché questo tipo di macchinario non è ancora presente in alcuna struttura ospedaliera nella città di Verona.

L'incontro si è concluso con domande rivolte ai campioni, foto e tanti autografi.

Il ChievoVerona invita tutti i tifosi a partecipare all'amichevole di giovedì prossimo tra i gialloblù e il Villafranca. Il costo unico del biglietto è di 5 euro. Partecipare serve per sostenere Cuore Chievo e A.Na.Vi.

Suggerimenti