Chievo, Di Noia out. Fatta per Ongenda

Rigione (qui a Cittadella) probabile titolare sabato FOTOEXPRESSHervin Ongenda
Rigione (qui a Cittadella) probabile titolare sabato FOTOEXPRESSHervin Ongenda

Di Noia sempre a parte, il resto del gruppo in salute, al di là di un paio di acciacchi di trascurabile rilievo: il Chievo avanza a ranghi compatti verso la ripresa delle ostilità. Ovvero verso il match contro il Perugia che sabato alle 18 coinciderà con l’inizio del girone di ritorno, teatro della contesa il Bentegodi. Di Noia, vittima di un colpo al ginocchio a fine dicembre, nel corso della partita di Pescara - e tenuto sotto stretto monitoraggio dallo staff sanitario di Giuliano Corradini - non si è ancora completamente ristabilito e difficilmente sarà a disposizione di Michele Marcolini. Il quale ha comunque diverse opzioni lungo la mediana, alla luce soprattutto del recupero di Obi, fermo da un mese dopo la grana muscolare sofferta in casa, nella partita contro la Juve Stabia. Il centrocampista nigeriano dovrebbe quindi completare una linea costituita anche da Segre e Garritano, a meno che il tecnico non decida di rilanciare dal 1’ Esposito. Oppure che non riproponga Giaccherini mezzala, lungo il lato sinistro, confermando Vignato sulla tre quarti, memore del gran finale d’anno del fantasista 19enne. Per il resto varianti obbligate in difesa, viste le squalifiche di Dickmann e Vaisanen, e presumibile affidamento a Djordjevic e Meggiorini (prossimo a smaltire del tutto il suo affaticamento muscolare) tandem d’attacco. Immediatamente davanti a Nardi Marcolini potrebbe puntare su Frey (a destra) e Rigione (o Leverbe) al centro, di fianco a Cesar. Sempre che l’allenatore gialloblù non riproponga Bertagnoli terzino - come all’inizio della stagione - restituendo a Frey, come a Pescara, la corsia mancina, per la quale restano in corsa anche Cotali e Brivio. Qualche elemento in più potrebbe emergere oggi, quando il gruppo effettuerà una doppia seduta (alla mattina alle 10,30, al pomeriggio alle 14,30) prima di ritrovarsi anche domani pomeriggio alle 14,30. Quindi le sessioni a porte chiuse di giovedì e venerdì, sempre alle 11. E in serata il club della Diga, tramite una nota, ha ufficializzato l’ingaggio di Hervin Ongenda: con l’attaccante francese, classe 1995, c’è l’accordo fino al 30 giugno prossimo con opzione per altri due anni. Per lui nella scorsa stagione 53 gare totali con i rumeni del Botosani e 6 gol. •

FR. AR.