Chievo ancora fermo Prima sfida a febbraio

Il tecnico Giacomo VenturiLa new entry Elena Mombelli
Il tecnico Giacomo VenturiLa new entry Elena Mombelli
Il tecnico Giacomo VenturiLa new entry Elena Mombelli
Il tecnico Giacomo VenturiLa new entry Elena Mombelli

Tempo di rinvii e nuovi arrivi in casa Chievoverona Women. I rinvii sono quelli legati al campionato, alla tredicesima e quattordicesima giornata da recuperare a data da destinarsi. L’arrivo, invece, è quello della giovanissima Elena Mombelli. Partiamo dal calendario. Dopo la dodicesima giornata, che sarebbe dovuta andare in scena domenica scorsa, saltano anche le gare contro Cortefranca e Pro Sesto. Entrambe le sfide avrebbero visto le ragazze di mister Venturi impegnate lontane dalle mura amiche. Ad oggi la prima sfida in programma per le gialloblù è fissata per il 6 febbraio, in casa, quando in via Sogare dovrebbe arrivare - ormai il condizionale è d’obbligo - il Cittadella. Troppi alti, anche fra le calciatrici del campionato cadetto, il numero di contagi perciò, così com’era successo la scorsa stagione, la primavera in arrivo sarà farcita di recuperi. Intanto la società si sta muovendo sul mercato. Dopo la centrocampista ex Juventus Michela Franco, arrivata a Verona a titolo gratuito, alla corte clivense si aggiunge la classe 2003 Mombelli. Il neoacquisto, prima in forza al Brescia, andrà a completare il pacchetto difensivo di Venturi. È probabile anche che la giovane venga convocata pure in Primavera per un periodo di transizione prima di approdare fra le grandi. «Ho accettato la proposta del Chievo», ha detto la Mombelli al momento della firma, «per la serietà, la professionalità e l’attenzione per le atlete che questa società mette ogni giorno. Conosco già molte delle mie nuove compagne che mi hanno parlato benissimo di questa grande famiglia. Il mio ruolo principale», ha spiegato parlando di sé, «è la centrale di difesa, anche se sono spesso stata impiegata a centrocampo. Le peculiarità che ho sono sicuramente la potenza fisica, la capacità, grazie alla mia altezza, di colpire di testa, la grinta e l’aggressività che metto sia negli allenamenti che in campo». E poi: «Un sogno a lungo termine? Poter giocare un giorno in Serie A». Per una giocatrice che arriva, però, ce n’è una che va. Giulia Verrino, infatti, dopo cinque mesi torna all’Empoli. Per lei, altra giovane classe 2004, solo qualche spezzone di partita in campionato senza lasciare mai il segno. «Dopo cinque mesi», le parole di congedo di Verrino, «di duro lavoro e grande esperienza sui campi del Chievo Women (la Verrino ha giocato spesso con la Primavera, ndr), che mi hanno permesso di crescere sia calcisticamente che a livello personale, desidero ringraziare la società per avermi ospitata in questo periodo». Fermi all’undicesima giornata la classifica è congelata all’ultima gara giocata più di un mese fa. Le Women, al momento, a quota 19, condividono il quarto posto con il Tavagnacco. Davanti corre il Como, a 24, seguito dal Brescia, a 23, e Bari, a 20. •.

Nicolò Vincenzi