I due «top team» in equilibrio

Vigasio, terzo pari di fila. La Clivense a piccoli passi

Approccio aggressivo ma poco lucido da parte degli uomini di Spinale. La squadra di Allegretti rialza la testa riscattando l'ultima sconfitta
Proteste Clivense per un presunto fallo da rigore in area Vigasio FOTO SGUAZZARDO
Proteste Clivense per un presunto fallo da rigore in area Vigasio FOTO SGUAZZARDO
L'intervista al tecnico della Clivense Allegretti (video Sguazzardo)

Non si spezza l'equilibrio tra Vigasio e Clivense al termine di novanta minuti intensi ed equilibrati. Alla fine i padroni di casa portano via il terzo pareggio consecutivo, mentre la Clivense fornisce una risposta tutto sommato positiva dopo la sconfitta di Camisano.

Vigasio aggressivo

L'approccio è aggressivo per gli uomini di Spinale che spingono subito in avanti a inizio gara. La Clivense, che deve rinunciare a Florian, Polo e Venitucci, si affida alla verve qualitativa di Cibin sulla destra del tridente. La fisicità di Iaquinta in area crea allarme, ma la coppia centrale del Vigasio, Menini-Fiorentino, si dimostra attenta.

È la squadra di Allegretti a costruire la prima azione dopo 2': corsa a perdifiato sulla destra di Rossitto, appoggio di Cibin e conclusione alta di Romano. I padroni di casa cercano il gioco di prima ma incappano in qualche errore di troppo. In attacco Rodriguez svaria fin sulla trequarti lasciando Marchesini ad attaccare l’amata profondità. Tuttavia, è poca la pericolosità, a parte uno scambio di qualità Marchesini-Mattea neutralizzato dalla difesa e un tiro da fuori di Rodriguez.

Le occasioni latitano ma al 24’ la Clivense batte un colpo con un bel tiro di Cissè che sfiora il palo. Ci provano pure Iaquinta (29’), che in progressione supera Borin ma tira alto, e Mattea (32’), autore di una bella giocata sulla destra e l’assist per Rodriguez tuttavia ben contenuto.

Contatto sospetto in area

A inizio ripresa (3’) la Clivense protesta per un contatto sospetto in area tra Fiorentino e Iaquinta ma l'arbitro decide di sorvolare. Il Vigasio prende pian piano possesso del centrocampo e tenta il break al 10' grazie a un contropiede condotto da Marchesini, rifinito da Mattea e concluso di testa da Rodriguez di poco alto.

L'ingresso di Miotto regala ulteriore brio alla manovra dei locali. Pericoloso al 20’ l'angolo di Tomasini sui cui la deviazione di ginocchio proprio di Miotto non ha fortuna. Al 26' altra azione da calcio d’angolo e deviazione sotto misura di Menini a lato. Poco dopo la mezz'ora, la Clivense aziona ancora Cibin: prima un tiro cross che attraversa l’area, poi una girata pregevole che finisce alta.

Le emozioni si prolungano fino alla fine. Al 42’ è buona l'azione di Vasta sulla destra, la palla arriva in area dove Fiorentino si trova una palla d’oro ma spara alto da buona posizione. Non è ancora finita. C’è tempo anche per l’ultima volata sulla fascia di Inzerauto che, però, non riesce ad assistere i compagni d’attacco: il risultato non si sblocca fino al triplice fischio dell’arbitro. Per entrambe un piccolo passo avanti.•.

Jacopo Burati