Intervista al difensore

Jacopo Rossi, l'uomo assist del Caldiero. «Siamo partiti forte, dobbiamo giocare così»

Tra i protagonisti della sfida con l'Adriese, ha favorito il gol di Battistini
Jacopo Rossi del Caldiero
Jacopo Rossi del Caldiero
Jacopo Rossi del Caldiero
Jacopo Rossi del Caldiero

Un protagonista inatteso. Jacopo Rossi è stato l'uomo assist della sfida con l'Adriese. Sua la traiettoria particolare sulla quale Battistini ha giocato d'anticipo sulla difesa rodigina. Una prestazione di spessore che ha suggellato una settimana da incorniciare per il difensore termale.

 

Rossi complimenti per il passaggio vincente a Battistini...

I complimenti vanno fatti a Batti. Ha fatto una gran giocata. Mi sono ritrovato un po' per caso in quella zona di campo. L'ho messa in mezzo e lui ha fatto un gran gol.

 

Pareggio giusto?

Siamo partiti molto forte. Abbiamo giocato un ottimo primo tempo e forse potevamo chiuderla lì perché l'1-0 ci stava stretto. Poi è come aver visto due partite. Nella ripresa ci siamo abbassati. È vero che grandi occasioni da gol loro non ne hanno avute ma quando fai giocare dentro l'area attaccanti come Gioè è evidente che qualcosa concedi. Nel finale abbiamo avuto anche la palla per vincerla e allora parleremo di un'altra partita.

 

A livello difensivo, comunque, avete retto bene contro un grande del campionato. È un buon punto di partenza per le prossime gare?

Abbiamo disputato una buona partita, non solo a livello difensivo. L'errore che, forse, abbiamo commesso è stato quello di abbassarci troppo. Loro hanno ottimi attaccanti, Gioè su tutti. E farli giocare in area è stato un pericolo che ci è costato il pareggio.

 

Quella trascorso non è stata un periodo come gli altri per Jacopo Rossi...

Direi di no. Sono diventato papà per la prima volta. È una grande emozione. Vorrei dedicare al mio bambino e alla mia compagna questo risultato positivo. Lei mi sostiene sempre se la merita davvero questa dedica.

Sandro Benedetti