SECONDA CATEGORIA

Il Bonferraro si rafforza. E arriva Airhienbuwa

Il nuovo allenatore è Andrea Greggio
Qui Bonferraro  L’obiettivo? Una tranquilla salvezza
Qui Bonferraro L’obiettivo? Una tranquilla salvezza
Qui Bonferraro  L’obiettivo? Una tranquilla salvezza
Qui Bonferraro L’obiettivo? Una tranquilla salvezza

Apre il sipario la Polisportiva Amatori Bonferraro 2022/23, fresca neo promossa in Seconda Categoria. Si è presentata al gran completo la nuova squadra, lo staff tecnico e dirigenziale presso il ristorante Cà Ascari Canton di Bonferraro. Alla presentazione hanno partecipato anche l'ex consigliere Figc Veneto Mario Furlan ora responsabile della rappresentativa Veneta Juniores e il sindaco di Sorgà Christian Nuvolari. «Avevamo programmato la Seconda in tre anni, è arrivata al secondo anno», esordisce il presidente Alfredo Gheli, «sono stati due anni complicati per tutti, ma la passione non è mai mancata. Un ruolo fondamentale lo svolge da noi il volontariato e non smetterò mai di ringraziare tutti». La rosa non si discosta molto da quella che ha trionfato in Terza Categoria, con l'inserimento di giocatori d'indubbio valore. Il fiore all'occhiello è rappresentato dall'attaccante Clement Airhienbuwa, ex Atletico Vigasio e Scaligera: andrà a rafforzare il reparto offensivo già esplosivo l'anno scorso con i bomber Alex Cottarelli e Pietro Menegollo. Gli altri volti nuovi sono Enrico Marostica e Michele Luppi, difensore e centrocampista entrambi l'anno scorso nella Villimpentese; il centrocampista Kumar JaggaVikramjit dalla Roverbellese e i giovani Mattia Bianchi e Enrico Zanoli che militavano nella juniores dell'Union Team e della Scaligera. Andrea Greggio è il nuovo allenatore, l'anno scorso ha chiuso al quinto posto nel Gips Salizzole, sarà affiancato dal vice Emanuele Mirandola e Nicola Ongaro preparatore dei portieri. «Le sensazioni sono buone», afferma il tecnico, «il ds Alessandro Roldo ha saputo rinforzare la squadra dove c'era bisogno. Non so ancora in quale girone saremo collocati: non mi dispiacerebbe affrontare solo realtà della bassa veronese». Conclude Gheli: «Non mi pongo particolari obiettivi, almeno una tranquilla salvezza». •. St.Pag.