PRIMA CATEGORIA

Il Bonavigo è pronto «Vogliamo divertirci»

L’operazione risalita completata dopo 17 anni
La squadra e la dirigenza del Bonavigo 1961 che è tornato in Prima categoria dopo 17 anni
La squadra e la dirigenza del Bonavigo 1961 che è tornato in Prima categoria dopo 17 anni
La squadra e la dirigenza del Bonavigo 1961 che è tornato in Prima categoria dopo 17 anni
La squadra e la dirigenza del Bonavigo 1961 che è tornato in Prima categoria dopo 17 anni

Il Bonavigo 1961, indiscusso protagonista dell’ultimo campionato di Seconda Categoria, con numeri da record, apre un nuovo capitolo in vista del ritorno in Prima che si concretizza dopo diciassette anni. L'entusiasmo non è mancato durante la presentazione della prima squadra e della Juniores avvenuta negli impianti sportivi del paese. Concentrazione e profilo basso si leggono nelle dichiarazioni del presidente Angelo Zangari: «Veniamo da un'annata strepitosa ma fa già parte del passato», afferma. «Speriamo di continuare a divertirci anche se siamo consapevoli che sarà dura. La mia intenzione è quella comunque di proseguire il percorso iniziato dal mio predecessore Rino Gambin: prima di essere una squadra, dobbiamo confermarci uniti anche fuori dal campo da gioco e solo così potranno arrivare altre soddisfazioni. Ci sono dei graditi ritorni», prosegue il presidente. «Marco Monastero e Michele Ferrari nello staff tecnico, Nicola Isolan allenerà la squadra Juniores: è la dimostrazione che a Bonavigo ci sono dei valori, è come fossimo una vera famiglia». Squadra che vince non si cambia e sono pochi i volti nuovi: in porta Marco Passilongo dal Bovolone 1918; in difesa Andrea Franceschetti e Matteo Pasin entrambi dall'Albaronco e Marco Rodella dalla Virtus Verona; a centrocampo Nicola Martini dalla Provese e Federico Tisato dall'Oppeano; in attacco Cristian Rogano dall'Oppeano e Gabriele Battistara aggregato dalla Juniores. Confermato l'allenatore Manuel Cuccu. Per il tecnico ritrovare la Prima Categoria dopo dieci anni sarà un fondamentale banco di prova: «Allora fui chiamato ad allenare la prima squadra del Minerbe quando guidavo gli allievi e mi fece debuttare un altro ex Bonavigo, Alberto Tenzon. Non so ancora il girone dove saremo collocati. Il mio punto di forza è il gruppo e mi auguro che riesca ad amalgamarsi nel più breve tempo possibile». •. St.Pag.