COLPACCIO

Guizzo di Varano nel finale. Il Vigasio batte la Clivense

Onori al match winner Andrea Varano, autore del gol partita, sorride dopo il triplice fischio
Onori al match winner Andrea Varano, autore del gol partita, sorride dopo il triplice fischio
Onori al match winner Andrea Varano, autore del gol partita, sorride dopo il triplice fischio
Onori al match winner Andrea Varano, autore del gol partita, sorride dopo il triplice fischio

La zampata finale del classe 2002 Andrea Varano permette al Vigasio di battere la Clivense e confermarsi a punteggio pieno dopo due giornate di coppa Italia. Una gara a lungo in equilibrio, più interessante nel primo tempo, in generale avara di occasioni da gol e con poche soddisfazioni regalate ai numerosi tifosi che hanno riempito l’Umberto Capone. La Clivense ha un migliore impatto sulla partita: un primo quarto d’ora di chiara supremazia nel possesso palla, garantito dalle geometrie di capitan Baleato e con lo sfogo sulla fascia destra in cui la corsa di Polo mette in difficoltà la retroguardia locale.

Peraltro, a parte un paio di calci d’angolo potenzialmente pericolosi, gli ospiti non riescono a chiamare in causa Vencato nonostante la presenza fisica di Iaquinta. Alla lunga la chiave per la crescita del Vigasio è la mobilità di Tomasini e Miotto: i due centrocampisti vincono una serie di duelli individuali sulla mediana e assistono gli attaccanti. Al 17’ Zanetti ha una buona palla sul lato corto dell’area, il cross è velenoso ma Rodriguez non ci arriva. Poco dopo, altro cross di Zanetti dalla destra e Pavoni è costretto a deviare con fatica.

Dall’altra parte ci prova Cisse’ ma il suo tiro termina altissimo sopra la traversa senza dare preoccupazioni. Al 27’ la maggiore chance della frazione è a favore del Vigasio: Rodriguez lavora una buona palla sulla sinistra, Miotto ha sui piedi l’occasione per sbloccare il punteggio ma esita e viene contrastato al momento del tiro.

È ancora la Clivense a farsi preferire al rientro dagli spogliatoi. Dopo 7’ Errichiello si produce in un’azione personale e serve Polo in posizione favorevole: il suo tiro cross è troppo morbido e l’azione sfuma. L’intensità è accettabile ma le idee non ancora lucide. Spiccano la fisicità di Soria per il Vigasio e dall’altra parte la presenza scenica di Baleato: il capitano della Clivense prova a dialogare con Venitucci e Fabris ma senza essere incisivo.

Alla mezzora un fallo di Bragagnolo costringe l’arbitro ad ammonirlo per la seconda volta: espulsione con gli ospiti che restano ad affrontare il resto della partita in inferiorità numerica. Nonostante tutto la Clivense prova a spingere grazie anche all’ingresso del frizzante Inzerauto e alla freschezza di Penazzi sulla fascia sinistra. Ma è il Vigasio a organizzarsi e controbattere grazie all’ottimo impatto di Multari: al 44’ è lui a insistere in avanti, la palla arriva in area dove Varano approfitta di un’esitazione della difesa e non perdona Pavoni per l’1-0 finale.

Jacopo Burati