Eccellenza

Arvia mette il sigillo al 91'. Ambrosiana, è pari show

Va prima sotto, poi ribalta il risultato e si ritrova di nuovo a rincorrere Un calcio di punizione all'overtime mette la sordina ai padroni di casa

L’Ambrosiana va sotto, la ribalta, torna sotto ma, all’ultimo respiro, riesce a portare a casa un punto. Sei gol, cinque nel primo tempo e uno nel recupero, sono la fotografia di una partita caratterizzata da tanti errori difensivi e in fase di impostazione da entrambe le parti. Nell’Ambrosiana debutta Alessio Forestan, centrocampista classe 2000 arrivato in settimana dal Levico che bagna l’esordio firmando una rete.

La prima occasione è dell’Ambrosiana al 7’, con un colpo di testa alto di Andriani. Risponde subito il Bassano con Lukanovic il quale, indisturbato in area, da due passi grazia Mora calciando fuori. Al 18’ sono ancora i padroni di casa a rendersi pericolosi con Chia, che prova a calciare di destro al volo senza però chiamare in causa Mora.

È il preludio al vantaggio dei vicentini, firmato da Lukanovic con un’incornata servito da angolo da Perosin. L’Ambrosiana reagisce immediatamente mancando il pari con Giordano il quale, tutto solo, non sfrutta l’occasione calciando malamente.

Il pari però arriva un minuto dopo quando Bokoko scodella in aera dove Forestan svetta su tutti e mette in rete di testa. L’Ambrosiana spinge sull’acceleratore e ribalta il risultato. Tiro di Forestan e mano di Perosin; Cestaro concede il rigore che Miccichè trasforma mettendo la palla nell’angolino alla destra di Costa.

Dopo un botta e risposta di Giordano e Lukanovic, i bassanesi pareggiano. Cross da destra di Bounafaa per Peotta il cui colpo di testa non dà scampo a Mora. Il portiere valpolicellese poi si supera togliendo dall’incrocio un tiro dal limite di Bounafaa. Un’altra palla in area però è letale per l’Ambrosiana, perché arriva il tris del Bassano firmato da Zuin che irrompe indisturbato. Nella ripresa Corghi butta nella mischia Chesini, cercando di dare maggior peso davanti. Dopo dieci minuti grossa occasione per Miccichè ma, prima Costa ribatte, e poi la punta non riesce a ribadire in porta con la difesa che libera in qualche modo.

L’Ambrosiana, ormai strutturata a trazione anteriore dopo i cambi decisi da mister Corghi, ci prova con un bel colpo di testa di Bokoko purtroppo a lato. Al primo minuto di recupero però la costanza dell’Ambrosiana viene premiata con una punizione da sinistra di Arvia, dove nessuno tocca la palla che finisce indisturbata alle spalle di Costa.
 

Marco Hrabar