WithU, pensa a vincere La coppa Italia ti aspetta

La squadra festeggia un punto nella sfida vinta contro Padova FOTOEXPRESS
La squadra festeggia un punto nella sfida vinta contro Padova FOTOEXPRESS
La squadra festeggia un punto nella sfida vinta contro Padova FOTOEXPRESS
La squadra festeggia un punto nella sfida vinta contro Padova FOTOEXPRESS

Si infiamma il rush finale per la griglia della Coppa Italia. Parteciperanno le prime otto squadre alla fine del girone di andata. La classifica è cortissima, la competizione feroce. Perugia a parte, che fa un campionato a sé, dalla seconda, Modena, alla penultima, Padova, ci sono 10 squadre in 10 punti. Addirittura quattro sono appaiate a quota 14: Verona, Lube, Milano e Cisterna, rispettivamente quarta, quinta, sesta e settima. A determinare la graduatoria, i coefficienti vittorie, sconfitte, set vinti e set persi. Conquistare anche un set, in una contesto del genere, può essere determinante. Subito dietro, in questa classifica, ci sono Piacenza (13), Monza (12), Taranto (9), Padova (6) e, per ultima, Siena (3). Siena è giusto appunto l’avversaria dei gialloblù, che, sulla carta, hanno l’incontro più semplice. Quindi, il più pericoloso. Siena, dove gioca l’ex Federico Bonami, arriva a Verona con l’acqua alla gola, senza nulla da perdere, e darà battaglia per sbloccarsi e risalire la china. O almeno agganciare Padova, che affronta Trento in trasferta. Per la squadra di Rado Stoytchev, dopo la grande amarezza del ko subito a Modena in un big match che valeva il secondo posto, e che ha perso più sotto il profilo psicologico-caratteriale che tecnico sportivo, sarà una prova delicata. Domenica sera (ore 20.30) dovrà mettersi la delusione del PalaPanini alle spalle e non lasciare alcun pertugio ai toscani. Anche perché i gialloblù dovranno assolutamente approfittare di una giornata che mette sul piatto due scontri diretti dai quali dovrà trarre vantaggio per staccare così alcune rivali. In programma infatti ci sono Milano-Lube (entrambe a 14 punti come Verona) e Piacenza-Cisterna (la prima a quota 13 e la seconda a 14). Monza, che di punti invece ne ha 12, ospiterà Modena, ora seconda a 17. Difficile fare calcoli, ma poiché a ogni turno ci sono sorprese, si può ipotizzare che ci potranno essere altri terremoti in graduatoria. In un contesto così imprevedibile, l’unica cosa certa è che WithU dovrà vincere. Assolutamente. Guai a fallire una occasione del genere perché poi, all’ultima giornata, avrà lo scontro diretto a Cisterna, avversaria temibilissima, e sarà meglio che ci arrivi con una vittorie sulle spalle. Perché con ogni probabilità sarà l’ennesimo turno decisivo di un’andata fino a qui combattutissima, incerta e molto spettacolare. D’altra parte per WithU, visto l’exploit di questa prima parte della stagione, accedere alla Coppa Italia è il primo obiettivo dell’anno. Competizione dalla quale i gialloblù mancano da tre anni (l’ultima volta nel 2018/19) e dove vogliono tornare da protagonisti. E anche per questo l’augurio della società è che, nonostante un orario infelice, possa esserci tanta gente al palazzetto a dare man forte alla squadra. Che ha bisogno di tutto il supporto possibile per riprendersi dal ko contro Modena e tornare a correre in campionato. •.

Marzio Perbellini

Cliccando sul tasto “Abbonati” potrai sottoscrivere un abbonamento a L'Arena e navigare sul sito senza accettare i cookie di profilazione.

Se preferisci invece continuare ad avere accesso gratuito a parte dei contenuti del sito, sostenendo comunque il lavoro dei giornalisti, tecnici e grafici de L'Arena, accetta i cookie di profilazione cliccando "Accetta e continua": ti verranno mostrati annunci pubblicitari in linea con i tuoi interessi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy.

Abbonati