WithU mette il turbo Siena prima si illude Poi viene travolta

Il muro di Verona  su un attacco di Maarten Van GarderenMaksim SapozhkovRadostin Stoytchev applaude al punto fatto da Mads JensenWithU Verona festeggia in mezzo al campo SERVIZIO FOTOEXPRESS ZATTARIN
Il muro di Verona su un attacco di Maarten Van GarderenMaksim SapozhkovRadostin Stoytchev applaude al punto fatto da Mads JensenWithU Verona festeggia in mezzo al campo SERVIZIO FOTOEXPRESS ZATTARIN
Il muro di Verona  su un attacco di Maarten Van GarderenMaksim SapozhkovRadostin Stoytchev applaude al punto fatto da Mads JensenWithU Verona festeggia in mezzo al campo SERVIZIO FOTOEXPRESS ZATTARIN
Il muro di Verona su un attacco di Maarten Van GarderenMaksim SapozhkovRadostin Stoytchev applaude al punto fatto da Mads JensenWithU Verona festeggia in mezzo al campo SERVIZIO FOTOEXPRESS ZATTARIN

La paura passa in fretta. Dopo un primo set con i muscoli contratti e la testa pesante, WithU Verona si libera, ritrova il suo tridente e spicca il volo travolgendo Siena in rimonta in una gara, a parte il primo set, dominata in tutti i fondamentali e con un Sapozhkov stellare, premiato Mvp con i suoi 25 punti e il 74% in attacco. Ma sugli scudi pure Noumory Keita, il bombardiere del Mali con il 67% in attacco, i suoi 20 punti tra cui brillano anche 3 ace e un servizio travolgente. La squadra di Stoytchev, ora quarta in classifica a quota 17, a due punti da Trento, terza, aspetta la sfida di oggi tra Milano-Civitanova per sapere come si posizionerà in griglia prima dell’ultima giornata dell’andata che giocherà a Cisterna. Sicura, comunque, di tornare a fare la Coppa Italia dopo tre stagioni. Squadre in campo con i sestetti annunciati. Verona parte con la diagonale Spirito-Sapozhkov, i centrali Mosca-Grozdanov e le bande Keita-Mozic. Libero Gaggini. Siena risponde con Finoli al palleggio e Pinali opposto. Ai lati Petric e Van Garderen. Al centro Mazzone e Ricci. Libero l’ex gialloblù Bonami. Nel primo set squadre punto a punto fino all’11-11. Poi Van Garderen, migliore in campo con Petric, va al servizio e scava un solco di 4 punti che Siena mantiene fino alla fine. E proprio la battuta fa la differenza, quella dei toscani funziona mentre quella di Verona non incide. Siena passa 20-25. L’inizio è tutto in salita. Il palazzetto trema. Ma Verona cambia marcia nella seconda frazione. Ritrova il servizio e di conseguenza pure il muro (5). E il tridente inizia a martellare, soprattutto con Sapozhkov (7 punti e 100%), che non sbaglia un colpo. E con Keita (62%). Mentre Mozic rimane un po’ offuscato. La partita si infiamma, il forum si accende e WithU si esalta. Siena prova a cambiare qualcosa: dentro Ngapeth per Petric e Pereyra per Pinali. Ma i gialloblù volano e quando Jensen, in campo per Sapozhkov sul 23-12, mette giù la palla del 24-12 il PalaOlimpia gli tributa un lunghissimo applauso. Finisce 25-13 e 1-1. La musica cambia. Nel terzo set WithU Verona conduce dall’inizio alla fine. Continua a martellare al servizio e avanza spinta da Sapozhkov e Keita, che si regala anche due ace di fila. Siena prova a cambiare qualcosa, torna Ngapeth per Van Garderen e Raffaelli per Petric, oltre a Bigolino per Ricci. Ma i gialloblù avanzano senza pietà fino al 23-14 e poi al 24-17- Subiscono l’ultima fiammata di Pinali dai nove metri (2 ace) ma poi chiudono 25-20 superando 2-1. Ora devono mettere il sigillo. Nel quarto set è un monologo, finalmente il tridente gira a pieno regime, si scatena pure Mozic e per Siena è notte fonda nonostante Paolo Montagnani rivoluzioni più volte il sestetto mandando in regia pure Pinelli per Finoli. Ma nulla da fare. La squadra gialloblù marcia compatta e lascia solo briciole agli avversari che si inabissano 25-11 perdendo per 3-1. Il pubblico è tutto in piedi ad applaudire, sugli spalti giovani tifose urlano i nomi dei giocatori. Verona piace sempre di più. Ora la testa alla sfida di sabato contro Cisterna. •.

Marzio Perbellini

Cliccando sul tasto “Abbonati” potrai sottoscrivere un abbonamento a L'Arena e navigare sul sito senza accettare i cookie di profilazione.

Se preferisci invece continuare ad avere accesso gratuito a parte dei contenuti del sito, sostenendo comunque il lavoro dei giornalisti, tecnici e grafici de L'Arena, accetta i cookie di profilazione cliccando "Accetta e continua": ti verranno mostrati annunci pubblicitari in linea con i tuoi interessi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy.

Abbonati