Verona pari col Trentino «Buon test in crescita»

L’amichevole della WithU al PalaAgsm   contro l’Itas Trentino SERVIZIO FOTOEXPRESSWhitU, un buon test in vista della Polonia e del campionato
L’amichevole della WithU al PalaAgsm contro l’Itas Trentino SERVIZIO FOTOEXPRESSWhitU, un buon test in vista della Polonia e del campionato
L’amichevole della WithU al PalaAgsm   contro l’Itas Trentino SERVIZIO FOTOEXPRESSWhitU, un buon test in vista della Polonia e del campionato
L’amichevole della WithU al PalaAgsm contro l’Itas Trentino SERVIZIO FOTOEXPRESSWhitU, un buon test in vista della Polonia e del campionato

Un altro buon test per WithU Verona che ieri sera, dopo l’allenamento congiunto contro Padova, ha effettuato quello programmato contro l’Itas Trentino prima di partecipare questo fine settimana al torneo internazionale a Lublin in Polonia. Stoytchev fa partire Spirito al palleggio, Grozdanov e Cortesia al centro, Perrin e Keita ai lati, Sapozhkpov opposto e Gaggini libero. L’ex Angelo Lorenzetti risponde con De Palma in cabina di regia, Cavuto e Kaziyski di banda, al centro Berger e D’Herr, opposto Dzavoronok, libero Pace. Ottima la prima frazione della compagine veronese che attacca col 50 per cento anche grazie alla precisa ricezione di Perrin ed il braccio caldo di Keita che passa sopra il muro trentino senza problemi. L’Itas reagisce nella seconda frazione passando avanti 12-16, forzando al servizio e pungendo soprattutto con Cavuto che realizza sei punti, ma WithU si fa valere a muro impattando sul 20-20. Sul 23-23 Cortesia sbaglia il servizio e sull’azione successiva Keita manda a lato il suo attacco, unico suo errore in questo parziale in fase offensiva. Buona la partenza degli ospiti anche nel set successivo, agevolati anche da qualche errore di troppo della compagine di Rado. Grazie ad un muro del nuovo entrato Raphael, Verona raggiunge gli ospiti sul 16-16, poi sul 21-24 Trento si impone con una pipe di Kaziyski al secondo set ball. Quattro gli ace messi a segno da Trento. WithU più incisiva a muro e al servizio all’inizio dell’ultimo set. Avanti 16-10 con Sapozhkpov, che in attacco ma anche a muro fa valere la sua altezza, mostra qualche incertezza sulle palle piazzate dei trentini ed in ricezione andando così sotto 17-19. Keita, con un delizioso pallonetto, sigla il punto del 21-21, quello infine del 25-23 arriva su una diagonale di Perrin. «Decisamente un buon allenamento contro una formazione che, pur priva di diversi titolari reduci dai mondiali, ha potuto comunque schierare ottimi giocatori che ci hanno severamente impegnato», commenta il centrale Lorenzo Cortesia. Rispetto al test contro Padova, aggiunge, «abbiamo fatto qualche passo avanti tenendo conto che l’avversario si è dimostrato di ottimo livello. L’aspetto positivo, per noi, è quello di essere sempre rimasti in partita e non aver mai mollato. In questo momento è un segnale davvero importante». Ora in Polonia saranno in palio per la prima volta i punti «e questo rappresenterà uno stimolo in più anche perché le nostre avversarie sono davvero toste. Il nostro obiettivo è quello di iniziare a vincere anche in queste manifestazioni, e crescere in vista dell’avvio del campionato».•.

Marco Ballini