Subito l’ex Kaziyski, poi c’è Perugia

Partenza subito in salita per il Verona Volley. La Lega ha presentato il calendario contestualmente ai roster delle 13 squadre della Superlega (ma ora si potranno integrare con i giocatori che lo scorso anno non hanno giocato in Italia) e i ragazzi di Rado Stoytchev, il 10 ottobre, inizieranno la nuova stagione in trasferta a Trento dove andranno a sfidare il grande ex Matey Kaziyski, tornato all’Itas per chiudere in bellezza la sua gloriosa carriera. Sette giorni dopo un’altra big per i gialloblù, ma questa volta in casa quando al Forum arriverà la corazzata della Sir Safety Perugia. Per i tifosi, che ci si augura potranno tornare al palazzetto, l’occasione per riabbracciare un altro ex di lusso: Nikola Grbic che, dopo aver conquistato la Champions con lo Zaksa proprio a Verona nella finale contro Trento, è tornato ad allenare in Italia sulla panchina degli umbri. Per la terza giornata, sempre in casa, invece, arriverà Cisterna, squadra che solo all’ultimo giorno di mercato ha svelato il sestetto. Che vede in regia Baranowicz, in banda Maar e, al centro, un certo Zingel, una delle grandi bandiere gialloblù. Alla quarta per la squadra di Stoytchev c’è il big match contro i campioni d’Italia quest’anno allenati da Gianlorenzo Blengini. Una trasferta impossibile sulla carta contro una squadra mostruosa e che sfoggia Zaytsev di nuovo nella Superlega dopo la parentesi in Russia. Quindi, il 7 novembre, la neo promossa di Vincenzo Di Pinto, Taranto. Con Sabbi opposto e Alletti al centro. Dopodiché, nel turno successivo, Verona riposerà. Il 21 invece andrà a Milano per affrontare la squadra di Roberto Piazza che si è rinforzata con l’ex gialloblù Jaeschke e il centrale francese Chinenyeze. Il 24, Spirito e compagni troveranno Vibo, la grande rivelazione della scorsa stagione assieme a Monza e squadra profondamente rinnovata e che potrà sfoggiare il giapponese Nishida. Poi, il 28, saranno a Modena alla corte di Andrea Giani quest’anno alla guida di una vera superpotenza con Bruno in regia, Abdel Aziz opposto, Ngapeth e Leal in banda. Incontro da non perdere. Poi a dicembre sfiderà le due concorrenti dirette una dopo l’altra, squadre che Verona dovrà mettere dietro in classifica, vale a dire Ravenna (dove è approdato Peslac) e Padova. Al penultimo turno di andata ospiterà Piacenza di Lagumdzija dove subito giocherà Recine ma che potrà contare su Russell una volta guarito dall’intervento all’anca (mettendo Caneschi per Holt). Infine, prima del giro di boa, Verona andrà a Monza dove troverà Grozer.•.

Marzio Perbellini

Suggerimenti