Nbv, niente calcoli: conta solo la vittoria

L’Nbv Verona festeggia un punto sul campo di MilanoRado Stoytchev, allenatore della Nbv Verona
L’Nbv Verona festeggia un punto sul campo di MilanoRado Stoytchev, allenatore della Nbv Verona

Una volata all’ultimo respiro. I giochi sono ancora aperti per agguantare la semifinale dei play off per il quinto posto, quelli che mettono in palio la partecipazione alla Challenge cup. E oggi all’Agsm Forum, Verona e Cisterna si daranno battaglia per provare a entrare tra le prime quattro classificate e sperare di agguantare la fase finale del torneo. Sì, perché dipenderà anche da cosa accadrà sugli altri campi. Quindi, non ci saranno troppi calcoli da fare, non servirà nemmeno sperare nei risultati degli altri, conterà soltanto vincere, possibilmente da tre punti. Tutti contro tutti, dunque, ancora una volta e tutti alla stessa ora. E a parte Vibo, ultima, sono ancora tutti in corsa per strappare il pass e per questo sarà una giornata incandescente. Questa manifestazione si è rivelata molto combattuta e spettacolare, contro ogni pronostico, e ha riservato tante sorprese con molte battaglie come dimostrano i tanti match finiti al tie break, ben otto e quattro dei quali arrivati quando giocava Cisterna. Che è l’avversario di oggi. Una squadra agguerrita che, dopo una regular season estremamente deludente nonostante l’ottimo roster, vuole rifarsi in questi play off. Ed è risorta. Di sicuro al Forum ci sarà da soffrire tantissimo. Il pericolo numero uno si chiama Sabbi, se è in giornata può fare davvero male. Tra gli ex c’è pure un certo Randazzo, che contro Verona si è sempre esaltato anche se in questi play off finora ha giocato solo la prima partita. «Arriviamo da una sconfitta al quinto set con Modena», dice Sabbi, l’opposto della Top Volley, «match che per noi era fondamentale nella rincorsa alla zona alta della classifica. Ora ci giochiamo tutto con Verona, daremo il massimo per chiudere nel migliore dei modi questa fase, poi vedremo cosa dirà il campo, ci toccherà vincere e sperare negli altri risultati». Ma Verona è pronta. Dopo l’incredibile 3-0 senza storia rifilato a Milano ha fatto il pieno di energia e di fiducia. Ripetersi però non è mai facile e probabilmente oggi Stoytchev tornerà a schierare Kaziyski (nell’ultimo match aveva giocato Asparuhov) anche se non è detto. «Cisterna è una squadra, una società, che questo torneo lo vuole sfruttare al massimo», dice l’allenatore di Verona, «e l'ha dimostrato impegnandosi costantemente e riuscendo a fare sempre punti, anche perdendo, a parte contro Padova. Per noi sarà una partita tutt'altro che semplice e se non giocheremo ai livelli della gara con Milano, sarà molto difficile portare a casa il risultato. Dovremo essere preparati dal punto di vista tattico e giocandoci bene le nostre carte in fase di nostro cambio palla». •

Marzio Perbellini

Suggerimenti