VOLLEY SUPERLEGA

Ecco Keita, il gioiellino di WithU Verona «Felice di essere qui, non vedo l'ora di iniziare»

Matteo Ballarin, Noumory Keita e Gian Andrea Marchesi
Matteo Ballarin, Noumory Keita e Gian Andrea Marchesi
La presentazione di Keita

È il giocatore più atteso,  Noumory Keita ha sposato il progetto di WithU Verona con un obiettivo preciso: confermarsi nel campionato più difficile al mondo ed emergere come un grande campione. 21 anni, 207 centimetri e tanto talento, oltre a doti fisiche eccezionali. Toccherà al coach Rado Stoytchev plasmarlo per farlo diventare un giocatore top. Keita è a Verona per questo. «Sono qui per giocare e per vincere», dice senza tanti giri di parole. Il suo agente è lo stesso dell'amico Rok Mozic, altro talento gialloblù, con il quale costituirà una delle coppie d'attacco più interessanti della Superlega. «Non vedo l'ora di iniziare a giocare, insieme ci divertiremo un sacco», assicura. «La squadra? Mi sono sentito subito accolto alla grande quando sono arrivato, siamo un bel gruppo giovane e già bene affiatato, in queste settimane stiamo lavorando sodo per raggiungere la forma ideale e prepararci a esordire nel modo migliore. Di sicuro non ci saranno sfide facili in questo campionato. Il mio punto forte? Direi la fisicità»

Oggi la presentazione ufficiale nella sede di WithU, il title sponsor che ha sposato il progetto di Verona Volley per tre anni. 

Soddisfatto Matteo Ballarin, il consigliere delegato WithU: «Siamo molto contenti di essere qui, oggi, per la presentazione di un fuoriclasse come Keita. Siamo sicuri che darà il massimo in questa stagione e ci farà divertire moltissimo. Per WithU è davvero importante sostenere uno sport come questo, in cui il gioco di squadra, la dinamicità e la forza di grandi fuoriclasse possono fare la differenza e aiutarci ad arrivare sempre più vicini ai nostri obiettivi. Se il pubblico al palazzetto  si divertirà almeno la metà di quanto si divertono i ragazzi in allenamento, allora sarà un grande risultato. Ovviamente non si tratta solo di divertirsi,  questa squadra è ambiziosa e vuole vincere. E noi insieme a lei. Intanto benvenuto a Keita!».

Domani 7 settembre l'intervista completa a Keita nelle pagine dello sport sul giornale.

 

Marzio Perbellini