CICLISMO

Andrea Guardini ha annunciato con un post sulla sua pagina Facebook il ritiro dalle corse: «Questo è stato il mio ultimo anno da professionista»

L'addio dopo 11 anni
Andrea Guardini
Andrea Guardini
Andrea Guardini
Andrea Guardini

Andrea Guardini ha detto stop. Lo ha annunciato con un post sulla sua pagina Facebook alcune ore fa, fra emoticon sorridenti e riflessioni vere: «In una domenica mattina piovosa di novembre, nella quale in altri anni mi sarei svegliato pensando a come poter sfruttare questa giornata per allenarmi, combattuto se far rulli o aspettare che migliorasse il tempo, dopo aver fatto, alle 6.18 il terzo controllo anti-doping in 20 giorni, è giunto il momento di condividere una decisione che ho preso da tempo: mi fermo qui. Quest’anno è stato il mio ultimo anno da Ciclista Professionista! Sono stati 11 anni stupendi, con tanti alti e bassi, ma in ognuno di questi ho ricordi incredibili che porterò sempre con me. Per scrivere questo post ho rispolverato il mio archivio fotografico. Troverete alcune delle giornate più significative del mio lungo viaggio. Si, mi piace chiamarlo così», scrive Guardini, «un lungo viaggio in giro per il mondo durato ben 11 anni! Durante i quali ho condiviso esperienze uniche con molti colleghi, ho avuto la fortuna di correre a fianco di grandi campioni e di averne altrettanti come compagni di squadra. Mi piacerebbe idealmente ringraziarli tutti, uno ad uno, per i bei momenti passati e gli insegnamenti di vita che mi hanno trasmesso! Non ho ancora ben definito quale sarà il mio futuro lavorativo, ma sono certo che il ciclismo sarà sempre parte di me e, probabilmente, ne farà parte! Magari nei prossimi giorni vi delizierò con qualche aneddoto e/o qualche bella storia di vita vissuta da ciclista on the road. Buona domenica a tutti! Flash».
Il 32enne ciclista di Colognola ai Colli, che ora vive a Fumane, due anni fa è diventato papà. 

Guardini ha corso le ultime due stagioni con la maglia della Giotti Victoria vincendo quattro corse in Romania. Lascia così con un bottino di 43 successi, 24 dei quali ottenuti sulle strade del Tour of Langkawi, con la vittoria di tappa a Vedelago nel Giro 2012 davanti a Mark Cavendish come miglior momento della sua carriera.

 

Anna Perlini