Rugby

Verona Rugby verso il derby con l'imbattuta Vicenza. Ansell: «Il nemico è l'influenza»

Verona Rugby, il punto di coach Ansell (Castagna)

Un’altra gara in casa, un altro derby per il Verona Rugby. Contro una Rangers Rugby Vicenza protagonista di un campionato da imbattuta. Ruolino di marcia perfetto, dieci vittorie su dieci, 46 punti in classifica, diciassette più degli antracite di coach Ansell e nove in più delle dirette inseguitrici, Valsugana e Tarvisium.

Verona, però, è reduce da un’iniezione di fiducia e di punti arrivata nel derby contro il Valpolicella, e ha la possibilità di aprire il girone di ritorno con un colpaccio. Questione di spregiudicatezza, ma anche di dita incrociate. Per il Verona Rugby, in questo momento, il problema principale l’influenza che ha decimato la squadra, riducendo in modo sensibile la rosa a disposizione di coach Ansell, che probabilmente dovrà contare su più di un giocatore a mezzo servizio per una sfida che si preannuncia estenuante. Il fattore campo amico, però, è uno degli aspetti positivi che controbilanciano l’emergenza. E non sono pochi: rispetto alla gara d’esordio di inizio ottobre, e al netto di qualche passo falso, il Verona Rugby ha avuto una crescita a livello di gioco e di carattere che si è concentrata via via per poi esplodere, domenica scorsa, in un secondo tempo trionfale.

Francesca Castagna

Cliccando sul tasto “Abbonati” potrai sottoscrivere un abbonamento a L'Arena e navigare sul sito senza accettare i cookie di profilazione.

Se preferisci invece continuare ad avere accesso gratuito a parte dei contenuti del sito, sostenendo comunque il lavoro dei giornalisti, tecnici e grafici de L'Arena, accetta i cookie di profilazione cliccando "Accetta e continua": ti verranno mostrati annunci pubblicitari in linea con i tuoi interessi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy.

Abbonati