Aveva 62 anni

Addio a Enrico Obletter, il manager dei successi di Specchiasol Softball

Enrico Obletter
Enrico Obletter

Il Softball Bussolengo e tutto il mondo della «palla gialla» piange la scomparsa del manager Enrico Obletter, 62 anni, che alla società veronese con il marchio Specchiasol ha regalato due scudetti e due coppe dei Campioni.

Arrivò a Bussolengo nel 2002, ma fu nel suo ritorno del 2015 che lo Specchiasol dominò in Italia e in Europa. «Sapeva cavare sangue dalle rape, trasformarti da semplice giocatrice in un’Azzurra», dice Daniela Castellani, la più forte giocatrice che il softball abbia avuto, con la militanza più lunga in Nazionale. Proprio sul suo progetto triennale l’Italia ha ricostruito la squadra che torna fra le otto a Tokyo dopo aver eliminato storiche protagoniste, l’Olanda soprattutto.

Lo piange Angelo Scardino, il presidente a Bussolengo fino alla scorsa stagione, e le giocatrici rimaste in biancoverde che con lui erano diventate da under a protagoniste in Italia ed Europa: Kelly Sheldon, Sara Ciafriglia, Elisa De Trombetti ed Elisa Princic, Un vincente, che solo il Covid-19 ha piegato. 

A.P.