Televisione

«X Factor», la sfida degli inediti è la prima rivoluzione del format

Mika, Emma, Hell Raton e Manuel Agnelli, i quattro giudici di «X Factor»
Mika, Emma, Hell Raton e Manuel Agnelli, i quattro giudici di «X Factor»

MILANO Saranno live diversi dal solito quelli di X Factor 2020, al via domani, giovedì, su Sky e Now Tv. Tante le novità dovute alla situazione d’emergenza sanitaria, a cominciare dall’assenza di pubblico e dalla produzione che si è dovuta adeguare in corsa a quello che sta accadendo nel mondo dell’epoca Covid, ma anche l’inizio di alcuni cambiamenti che potrebbero segnare la linea per il futuro del format. «La prima puntata sarà interamente dedicata agli inediti», ha commentato Nils Hartmann, Senior Director delle Produzioni Originali Sky Italia, «e questo è il primo grande cambiamento. L’assenza di pubblico ha permesso di fare un lavoro più diretto con i concorrenti. Abbiamo ascoltato tutto il materiale che avevamo e abbiamo accettato la sfida degli inediti. Il cambiamento iniziato avrà un seguito ma ci penseremo dopo questa edizione». Proprio quella sui brani originali scritti dai concorrenti, è un elemento importante della partita che i giudici Manuel Agnelli, Hell Raton, Mika e Emma si troveranno a giocare. «Gli inediti sono uno dei motivi per i quali mi è piaciuto partecipare a questa edizione - ha commentato Agnelli - perchè X Factor comincia così a rappresentare la fotografia della musica italiana, non necessariamente legata solo al mercato. Penso che anche le cover abbiano importanza, perchè aiutano a definire l’identità dei concorrenti. In questo momento X Factor è anche l’unico modo rimasto per parlare di musica a tanti e ci prendiamo la responsabilità di tenere alta l’attenzione sulla situazione drammatica che stanno attraversando anche i lavoratori dello spettacolo». Come già è stato per le fasi di selezione, anche per i live i concorrenti dello show di Sky prodotto da Fremantle, divisi nelle consuete categorie Under Uomini, Under Donne, Gruppi e Over, si esibiranno in un’atmosfera più intima (senza vero pubblico ma con figuranti) e non su un palco ma allo stesso livello dei giudici, sempre nella dalla nuovissima Sky Wifi Arena che sarà anche col teatro della finalissima che non si sposterà al Mediolanum Forum di Milano come di consueto. I dodici finalisti in gara sono il trapper Blind, 20enne perugino, il livornese ma di casa a Londra Blue Phelix, oltre a Santi, studente 18enne di Casalecchio di Reno (Bologna), per la squadra degli Under Uomini guidati da Emma. Ci sono poi Casadilego, 17enne di Teramo, Cmqmartina, 21enne di Monza e Mydrama, 22enne della provincia di Cremona per le Under Donne di Hell Raton. I gruppi Agnelli sono invece i Little Pieces of Marmelade dalla provincia di Ancona, i fiorentini Manitoba e i Melancholia, trio di Foligno. Eda Marì, 25enne di Cosenza, N.A.I.P., 29 anni da Lamezia Terme ma bolognese di adozione e Vergo, 29enne nato a Palermo ma trasferitosi a Milano, sono i componenti della squadra degli Over di Mika. Ospite nel primo live di giovedì sarà Ghali, che presenterà il brano «Barcellona», contenuto nel nuovo album multiplatino «DNA». Attorno al format centrale di X Factor, tornano quest’anno anche due appuntamenti che accompagnano, da tradizione, i Live, come Hot Factor, condotto da Daniela Collu che raccoglierà i commenti a caldo un secondo dopo la fine dello show di prima serata, oltre al Daily, già in onda e che racconta giorno per giorno il lavoro di ogni concorrente e dei giudici. Sulla griglia di partenza degli eventi legati ad X Factor si è schierato poi anche Topolino, che a partire dal numero in edicola da oggi, ospiterà il suo «X Music». Convocati per l’occasione, il conduttore Quackelan e i giudici Emma Brown, El Paperon, Manuel Lambs e Mikamouse. I live show di X Factor 2020 andranno in onda ogni giovedì alle 21.15 su Sky Uno, disponibile on demand. •