IL PERSONAGGIO

Bellè torna in copertina: Ferrari e la ’ndrangheta dopo l’antica Roma

L'attrice veronese sullo schermo con la nuova stagione di «Romulus». Sarà in «The good mothers» e nel film dedicato al patron del Cavallino
Nell’antica Roma La Bellè nei panni di Ersilia: su Sky è in onda la seconda serie di «Romulus» FOTO  SKYRuoli diversi   È stata Palma Bucarelli nel ciclo di docu-film  Rai «Illuminate»Quanti divi Con Dustin Hoffman nel film  «L'uomo del labirinto»
Nell’antica Roma La Bellè nei panni di Ersilia: su Sky è in onda la seconda serie di «Romulus» FOTO SKYRuoli diversi È stata Palma Bucarelli nel ciclo di docu-film Rai «Illuminate»Quanti divi Con Dustin Hoffman nel film «L'uomo del labirinto»
Nell’antica Roma La Bellè nei panni di Ersilia: su Sky è in onda la seconda serie di «Romulus» FOTO  SKYRuoli diversi   È stata Palma Bucarelli nel ciclo di docu-film  Rai «Illuminate»Quanti divi Con Dustin Hoffman nel film  «L'uomo del labirinto»
Nell’antica Roma La Bellè nei panni di Ersilia: su Sky è in onda la seconda serie di «Romulus» FOTO SKYRuoli diversi È stata Palma Bucarelli nel ciclo di docu-film Rai «Illuminate»Quanti divi Con Dustin Hoffman nel film «L'uomo del labirinto»

Di nuovo la forte sacerdotessa Ersilia, prima di una nuova serie e un ruolo in «Ferrari», di fianco a star come Adam Driver, Penélope Cruz, e Patrick Dempsey, anche se lei ormai ai divi è abituata avendo condiviso in passato set con George Clooney, Antonio Banderas e Richard Madden.

Ormai sono anni che Valentina Bellé è una delle attrici italiane più apprezzate in Italia e non solo, con una serie di lavori sempre più lunga e piena di performance da ricordare. Dai film su De Andrè al ruolo da sirena, dalla mamma rockstar ai panni di Andreina, la moglie di Roberto Baggio. La brava trentenne veronese aggiunge altre perle ad una collana già lunga ma che promette di diventarlo ancora di più. Intanto è tornata a indossare gli abiti - pochi a dire il vero, vista l’ambientazione nell’antica Roma di Romulus 2, la fortunata serie su Sky diretta da Matteo Rovere - di Ersilia, la forte sacerdotessa sabina fedele al re Tito e disposta ad esaudire tutti i desideri del dio Sancos, rapita e portata a Roma dove trova la sua voce e la sua indipendenza, e una forza che non credeva di avere: un ruolo impegnativo, anche per il dover imparare le sue battute in protolatino.

È stata Palma Bucarelli nel ciclo di docu-film Rai «Illuminate»
È stata Palma Bucarelli nel ciclo di docu-film Rai «Illuminate»

La Bellè non è nuova comunque a recitare con dialetti come ad esempio per il ruolo della moglie di Roberto Baggio in «Divin Codino», il film dedicato a uno dei campioni più amati di sempre in cui parlava con uno spiccato accento vicentino.

Ma quella di «Romulus 2» è solo l’ultima sfida di molte altre, visto che sarà presto in «The Good Mothers», la nuova serie originale di Disney+ diretta da Julian Jarrold oltre che in «Ferrari», il film sul fondatore del Cavallino nel quale Bellè recita insieme a big come Penélope Cruz e Patrick Dempsey. Ma in passato vanta collaborazioni con George Clooney e Antonio Banderas, suo compagno di set nel film dedicato a Picasso.

L’attrice veronese si è raccontata in una lunga intervista a Vanity Fair, ammettendo di cercare spesso la solitudine «anche se non necessariamente mi piace. L'altro giorno rileggevo il mio diario e mi sono resa conto che parlo spesso della solitudine e di quanto le sia grata», prima di spostarsi sul Ersilia e sulla serie Sky».

Leggi anche
Valentina Bellè al cinema in stile Tomb Raider «Ma sono la Lara Croft dei poveri»

«È stato un ruolo molto stimolante», ha spiegato a Vaniity Fair, «anche perché, non sapendo niente dei Sabini, io e le mie colleghe abbiamo fatto un grande lavoro per creare il nostro mondo, pescando suoni particolari provenienti da altre culture. Questo ci ha aiutato a creare il nostro universo, Romulus è un progetto coraggioso e rivoluzionario, sono orgogliosa di farne parte, mi ha fatto anche divertire».

Con Dustin Hoffman nel film  «L'uomo del labirinto»
Con Dustin Hoffman nel film «L'uomo del labirinto»

Con un curriculum di tutto rispetto anche se Valentina non si smentisce senza fermarsi su quello che ha fatto, ricordando però quel trasferimento da Verona a New York che probabilmente le ha cambiato la vita? «È stata un'esperienza che mi ha cambiato la vita, ho trovato accogliente vivere in un luogo in cui puoi essere ciò che vuoi senza essere giudicato», chiude la Bellè. In attesa di nuove sfide, confermando ancora una volta di essere davvero tra le attrici italiana del momento. 

Leggi anche
Bellè, attrice per destino: «Vivo il sogno che avevo da bambina. E quegli incontri con Hoffman e Clooney...»

Luca Mazzara