L'evento

Una festa per Lucio Dalla: in Arena tutti gli amici per una notte di musica

DallArenaLucio Il 2 giugno festa in musica per ricordare Lucio Dalla
DallArenaLucio Il 2 giugno festa in musica per ricordare Lucio Dalla
DallArenaLucio Il 2 giugno festa in musica per ricordare Lucio Dalla
DallArenaLucio Il 2 giugno festa in musica per ricordare Lucio Dalla

Un luogo speciale per una festa speciale, tutta dedicata a Lucio Dalla. Il 2 giugno l’Arena sarà una finestra da cui tutta Italia guarderà. «DallArenaLucio» sarà la notte in cui amici e colleghi dell’artista bolognese si ritroveranno per celebrarlo a dieci anni dalla scomparsa. Tantissimi i cantanti che saliranno sul palco dell’anfiteatro con due conduttori d’eccezione, Carlo Conti e Fiorella Mannoia. Sotto i riflettori dell’Arena, accompagnati dall’orchestra, passeranno Marco Mengoni, Alessandra Amoroso, Giuliano Sangiorgi, Samuele Bersani, Ron, Il Volo, Tommaso Paradiso, Brunori Sas, La Rappresentante di Lista, Gigi D’Alessio, Tosca, Pierdavide Carone e Ornella Vanoni. E ancora: Noemi, Ermal Meta, Fabrizio Moro, Marco Masini, Stadio, Francesco Gabbani e Arisa. Ma non mancheranno anche le sorprese.

Diversi saranno i contributi video, per una notte che in scaletta prevede una ventina di brani e tanti duetti. «DallArenaLucio», andrà in onda, in prima serata su RaiUno, prossimamente. Ma è lo stesso amministratore unico di Arena di Verona srl, Gianmarco Mazzi, definendo il concerto «l’evento più importante del 2022 all’anfiteatro», a descriverne la portata. Ogni cantante, infatti, a modo proprio, ricorderà il cantautore in un percorso fatto di canzoni indimenticabili, racconti di storie e di aneddoti. L’Arena, come sottolinea anche Conti, era un luogo che Dalla amava particolarmente: «La Tosca, nella sua versione, fece un grande successo a Verona. E poi è un luogo perfetto per fare una festa di questo genere, parla da sola».

«È come un enorme teatro con uno scenario antico. È il posto ideale», aggiunge Mannoia. Non è stato facile, come spiegano i due conduttori, definire la scaletta: «Per noi cantanti cimentarsi in questo repertorio è una goduria. È difficile scegliere le canzoni da cantare, forse una serata non basta», le parole della conduttrice. «Sono passati dieci anni, ma Lucio», prosegue Conti, «non morirà mai. Quella del 2 giugno sarà una grande festa con i colleghi che hanno fatto con lui un percorso insieme. Ma anche con quelli che da Dalla hanno attinto pur non avendolo conosciuto». E ancora: «Non dev’essere una celebrazione, ma una festa in pieno stile Lucio. Non solo un’occasione per ricordarlo, ma per festeggiarlo».

Conti, ormai, è di casa in Arena fra eventi musicali, come i Music Awards, e gli spettacoli assieme agli amici di una vita Leonardo Pieraccioni e Giorgio Panariello. Discorso diverso, invece, per la Mannoia: «Io lo dicevo per scherzo che volevo condurre e adesso ci sono davvero, mi affido a Carlo. Mi fa molto piacere esserci perché ho dedicato un disco intero a Lucio, una delle cose più belle che abbia mai fatto in tutta la carriera». La stagione dei concerti extralirica, in Arena, è iniziata lo scorso 25 aprile con Zucchero, poi i Måneskin e quindi dei Modà. «“DallArenaLucio” non lo inserisco tra i tanti eventi dell’Arena, per me questo é l’evento in assoluto. Ne abbiamo iniziato a parlare tempo fa, lo abbiamo realizzato appena abbiamo avuto la certezza dell’Arena piena», conclude Mazzi. Gli ultimi biglietti sono disponibili sul circuito Ticketone.

Nicolò Vincenzi