<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
20 maggio

Una nuova regina in Arena: Annalisa conquista Verona - VIDEO

di Luca Mazzara
Un grande live tra luci, coreografie e una grande voce. Il 20 maggio una nuova data all'anfiteatro. E i duetti sono la sorpresa: con Giorgia ed Elisa è emozione vera
Annalisa in Arena
Annalisa in Arena
Annalisa in Arena 14 maggio

Seconda serata in Arena per Annalisa, lunedì 20 maggio, dopo il successo di martedì scorso.

 

Un po’ grande star, un po’ l’amica con cui passare una serata a ballare senza fine. E se qualcuno cercava delle conferme da Annalisa e attendeva il suo concerto in Arena per capire se effettivamente l’ex stella di «Amici» fosse diventa una delle regine del pop nazionale, beh ieri sera non può aver avuto dubbi.

Perchè Annalisa è un’artista vera, si mangia il palco non appena ci sale sopra e in un attimo l’atmosfera diventa incandescente. Fatta di ritmo e di balli vorticosi con danzatori di altissimo livello, ma anche di capacità vocali che forse oggi in un mondo musicale in cui regna l’autotune in pochi possono vantare.

Una vera star

Verona la accoglie nel suo primo live da sola nell’anfiteatro con tanto entusiasmo, lei risponde con una performance di energia pura e tanta bravura. Si parte con «Euforia» e l’Arena è già una bolgia, poi ecco «La crisi a Saint-Tropez», «Se avessi un cuore» e «Un domani», ma il pubblico esplode quando esce Elisa per un duetto ad alta intensità in «Eppure sentire», in cui la stessa Annalisa si commuove di fianco a una delle regine della musica italiana.

Di nuovo tanta energia con «Ragazza sola», qui in pochi riescono a non cantare, poi «Direzione la vita» e «Movimento lento» anticipano il secondo ospite, quell’Irama che stasera avrà l’Arena tutta per lui nella sua prima volta da solo sul palco dell’anfiteatro scaligero, insieme cantano «La genesi del tuo cuore».

I ballerini e la coreografie piene di movimento, luci e colori rendono tutto ancora più bello, più che un concerto è una festa della musica. Annalisa canta «Bye bye», «Rosso corallo», «Tsunami», riesce a coinvolgere un po’ tutti, anche chi magari non è suo fan accanito. Di nuovo tutti a cantare con «Mon amour», uno dei brani iconici dell’artista ligure, poi c’è spazio - e tanti applausi - per Ernia con il suo «Superclassico».

Scaletta lunga

Di canzoni Annalisa ne ha tante e la scaletta è pienissima, con «Diamante lei e luce lui», «Una finestra tra le stelle» e «Senza riserva» si torna indietro nel tempo ma adesso ha una vocalità diversa, piena, che padroneggia davvero da star. Tananai è sempre capace di regalare emozioni, e quel «Tango» sentito proprio in Arena pochi giorni fa con Elodie ora lo canta con lei.

Ma non c’è un attimo di tregua, tra «Nuda», «Stelle» e «Bollicine» prima di uno dei momenti più belli, perchè Giorgia resta un’artista incredibile e «Come saprei» una delle canzoni più belle di sempre, con Annalisa il duetto funziona e porta verso la fine dello show. Altri brani, anche se la gente aspetta quelli che hanno fatto ballare mezza Italia: finalmente tocca a «Bellissima» e «Sinceramente» prima di chiudere con «Indaco violento». Brava davvero, nient’altro da dire. E pronta a replicare con un altro show in programma lunedì 20 maggio, per cui resta ancora qualche biglietto disponibile.

Suggerimenti