Milano «capitale» del jazz
Due settimane di concerti

L'universo del jazz si riunisce a Milano dal 1 al 13 novembre: 500 musicisti in 13 giorni terranno 210 concerti, di cui 70 a ingresso gratuito. Un intenso programma che offre anche proiezioni, incontri di approfondimento storico e appuntamenti dedicati alla filiera produttiva dell'industria musicale jazz internazionale. Il festival, alla terza edizione, è ideato da Triennale di Milano, Triennale del Teatro dell'Arte in collaborazione con l'etichetta Blu note Milano. Ci sono i big del jazz internazionale: Victor Wooten con il suo Trio (venerdì 2 al Blue Note), John Zorn e Bill Laswell (martedì 6 al Teatro Dal Verme), John Scofield (mercoledì 7 al Blue Note), Abdullah Ibrahim (giovedì 8 al Teatro dell'Arte), Ron Carter (venerdì 9 al Blue Note), Chick Corea (sabato 10 al Conservatorio Giuseppe Verdi), Antonio Sanchez (domenica 11 al Teatro dell'Arte), Maceo Parker (domenica 11 all'Alcatraz), Yellowjackets (martedì 13 al Blue Note). Ma anche i protagonisti del jazz italiano: Enrico Intra (venerdì 2 al Teatro Gerolamo), Enrico Rava (venerdì 2 al Teatro dell'Arte), James Senese (sabato 3 al Teatro dell'Arte), Bebo Ferra (domenica 4 al Teatro dell'Arte), Paolo Fresu e Lars Danielsson (domenica 4 al Conservatorio Giuseppe Verdi), Giuseppe Vitale Trio (mercoledì 7 al Bachelite cLab), Stefano Bollani (venerdì 9 al Conservatorio Giuseppe Verdi), Gianni Coscia e Daniele Di Bonaventura (domenica 11 al Teatro del'Arte), Paolo Conte (martedì 13 al Teatro degli Arcimboldi). Fra le tante iniziative anche quella dedicata ai giovani musicisti.

Elena Biggi Parodi